Home / Torino e Provincia / Andrate / CHIAVERANO. Allerta rossa, evacuate una quarantina di persone e chiusa la strada per Andrate

CHIAVERANO. Allerta rossa, evacuate una quarantina di persone e chiusa la strada per Andrate

Sale l’allerta meteo in tutto il Piemonte, ma qui a Chiaverano la situazione sta precipitando. Il peggioramento delle condizioni meteo ha determinato l’emissione del bollettino di allerta di livello rosso per la zona B. Questo ha comportato la necessità di evacuare a scopo cautelativo le zone Giordana, Bedria, Vicaria, Terrico Sopra, Terrico Sotto, Serra, RIiva, Zuin. Circa una quarantina di persone hanno dovuto lasciare le proprie abitazioni. Il pericolo, in quella zona sopra la Serra d Ivrea, è di smottamento. Negli ultimi dieci anni è già capitato altre due volte che precauzionalmente venissero evacuate queste zone. A segnalare il rischio idrogeologico erano stati alcuni studi commissionati dall’amministrazione comunale dopo l’alluvione del 1994. La popolazione interessata potrà essere accolta temporamente presso la foresteria comunale di Piazza Marconi e il pluriuso. “Al momento – dichiara il sindaco Maurizio Fiorentini – hanno tutti scelto altre soluzioni, ma noi siamo pronti ad ospitare chi ne avesse necessità”.

Disagi anche per la viabilità. Da ieri, fino a cessato pericolo, la strada per Andrate è chiusa nel tratto successivo all’incrocio con la ex Statale 419 della galleria. Al momento è presente un grosso masso al centro della strada e, viste l’instabilità del versante e le pessime previsioni meteorologiche per i prossimi giorni, sono possibili altri movimenti franosi.

Commenti

Blogger: Maria Di Poppa

Maria Di Poppa
Letteralmente

Leggi anche

Ospedale Ivrea

IVREA. I grafici del contagio nell’eporediese e in Canavese

* QUI I DATI DELL’ASL TO4 * I dati sono in continuo aggiornamento Qui la …

Rsa Piccola Lourdes Brandizzo

BRANDIZZO. Piccola Lourdes, un terzo del personale è positivo

L’assistenza agli anziani nella casa di riposo di BrandizzoPiccola Lourdes è ridotto ai minimi termini. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *