Home / Torino e Provincia / Chiaverano / CHIAVERANO. Aggredito in casa sua dai ladri
Ladri in casa
Ladri

CHIAVERANO. Aggredito in casa sua dai ladri

Ha difeso la sua casa, ha rimediato qualche escoriazione ad un occhio, alle costole e ad un ginocchio, ma è riuscito a mettere in fuga i ladri. Se l’è vista davvero brutta il pensionato di 64 anni che vive con la moglie nel centro del paese, vittima, l’altro pomeriggio, di una brutta avventura: ha sorpreso i ladri rubare a casa sua.

Contusioni giudicate guaribili in pochi giorni. Lo spavento, però, quello resta e sarà difficile da dimenticare.

E’ caccia ai quattro ladri che quel pomeriggio hanno cercato di fare razzia nella casa del 64 enne e forse in altre abitazioni del paese. Sono arrivati a bordo di due moto probabilmente per percorrere più agevolmente le strette vie del centro. Indossavano passamontagna e caschi. Nella fuga dopo essere stati sorpresi dal 64 enne sono stati costretti ad abbandonare una delle due moto, una Honda Hornet poi sequestrata dai carabinieri di Ivrea che indagano sull’episodio. L’uomo quando ha sorpreso i malviventi era armato di un bastone e, nonostante i colpi ricevuti, è riuscito ad infilarlo nei raggi di una ruota della Honda tanto da far cadere i due ladri dalla sella e ritardarne la fuga a piedi. Gli altri due erano già fuggiti in sella alla seconda moto.

Ad avvisare il 64 enne della presenza dei ladri erano stati i vicini perchè in quel momento lui si trova nella vigna. A Chiaverano la solidarietà tra cittadini è diventata uno spot che funziona da deterrente contro i numerosi furti. Una escalation sempre più preoccupante a tal punto che, in passato, i residenti si erano organizzati in ronde per allontanare e scoraggiare i malintenzionati. Ma le ronde sono poi terminate perchè sconsigliate dalle forze dell’ordine e allora in supporto era arrivata la tecnologia con un gruppo whatsapp utile per le segnalazioni di auto o persone sospette.

L’episodio accaduto l’altro pomeriggio ha riacceso l’attenzione sul problema furti e per il sindaco Maurizio Fiorentini l’installazione di telecamere per la lettura targhe da posizionare agli ingressi del paese, rappresenta ora una priorità.

Commenti

Blogger: Andrea Bucci

Andrea Bucci
Minuto per minuto

Leggi anche

TORRAZZA. In attesa dello smarino spunta una fabbrica di bitume

Mentre si attende lo smarino, a Torrazza arriva un impianto di recupero di rifiuti classificati …

QUINCINETTO. Frana Quincinetto: Valle d’Aosta, trovare una soluzione nell’immediato

“E’ importante trovare soluzioni nell’immediato che possano garantire l’accessibilità e una fluidità sostenibile dei flussi …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *