Categorie
In provincia di Torino Villar Pellice

VILLAR PELLICE. Lupi tra le stalle, il sindaco lancia l’allarme

Allarme lupi in val Pellice. Due esemplari sono stati avvistati a Villar Pellice, in borgata Pianta, a bassa quota nei pressi di un allevamento. Ad accorgersi dei predatori è stata una donna, Katia Monnet; richiamata dall’abbaiare dei suoi cani, è uscita dalla stalla nella quale stava lavorando e ha visto i lupi per strada, per nulla intimoriti dai cani, né dalla sua presenza e da quella del compagno, Omar Davit.
“Nonostante i costi e le ore di lavoro profusi dalle aziende agricole per difendersi dai lupi – scrive la sindaca di Villar Pellice, Lilia Garnier, al prefetto – le aziende agricole continuano a subire gravi perdite di animali da reddito per causa di questi predatori, e la situazione peggiora sempre più”.
Dalla parte degli allevatori anche Roberto Barbero, presidente Cia Torino: “Siamo a disposizione degli allevatori di Villar Pellice – sostiene – e garantiamo tutto il nostro impegno e appoggio perché l’emergenza dei lupi venga al più presto presa in considerazione dalle autorità competenti”.

Categorie
In provincia di Torino Villar Pellice

VILLAR PELLICE. Terremoti: scossa magnitudo 3.1 nel Torinese, nessun danno

Una scossa di terremoto di magnitudo 3.1 è stata registrata alle 9,32 dall’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia in provincia di Torino.

L’epicentro in prossimità di Villar Pellice, sulle montagne del Pinerolese. Al momento non sono arrivate segnalazioni di danni ai vigili del fuoco e alla protezione civile.

Categorie
In provincia di Torino Villar Pellice

VILLAR PELLICE. Recuperato un bene regionale che ospiterà un gruppo di profughi

“A Villar Pellice è stato recuperato un bene regionale che sarà utile anche alla collettività, ospitando un gruppo di profughi. Si tratta della Villa Crumiére, di proprietà della Regione Piemonte, da dieci anni chiusa e inutilizzata”. Lo annuncia l’assessore all’Immigrazione del Piemonte, Monica Cerutti che oggi, dopo l’arrivo dei primi profughi, ha fatto un sopralluogo.
“La Regione – rimarca Cerutti – ha fatto bene a mettere a disposizione questa struttura perché è ancora in buone condizioni e grazie anche all’intervento della Diaconia Valdese potrebbe essere messa nuovamente a disposizione della collettività e diventare anche sede di servizi offerti alla cittadinanza”.
“I profughi che arriveranno a Villar Pellice – spiega – saranno massimo una sessantina e tutti richiedenti asilo. Entro oggi il numero dovrebbe arrivare a 40. Nei giorni scorsi è stato fatto un adeguamento della struttura per l’ accoglienza. Nelle prossime settimane partiranno i servizi previsti: corso di italiano, attività legate all’aggregazione e all’inserimento”.