Home / BLOG / CHIVASSO. Et voilà Conte e Contessa di Castelrosso

CHIVASSO. Et voilà Conte e Contessa di Castelrosso

Sono uno l’opposto dell’altro ma un obiettivo ce l’hanno in comune: fare del Carnevale di Castelrosso 2017 il migliore di sempre.

Sono Marcello Autino, di Verolengo, e Sara Giammario, residente a Castelrosso, i nuovi Conte e Contessa dell’edizione di quest’anno.

Scapolo d’oro come ama definirsi da solo lui e giovanissima lei, Marcello e Sara condividono la passione per la musica, la voglia di divertirsi e l’amore per la frazione più popolosa di Chivasso.

A partire da sabato 24 febbraio, giorno della loro incoronazione, sfileranno invece per le vie della frazione e quelle dei comuni limitrofi insieme ai paggetti, alle dame ed ai cavalieri.

Il loro desiderio, portare più lontano possibile il nome di Castelrosso.

Il presidente della Pro loco Livio Daniele dice che è stata un po’ dura trovare Conte e Contessa, “ma una volta individuati non ho ho potuto desiderare di meglio”.

Sono due personaggi molto carismatici – dichiara -, amano divertirsi e far divertire. Questo rende tutti quanti belli carichi”.

Abbiamo deciso di conoscerli meglio…

Allora, per rompere il ghiaccio, età?

Marcello: Ho 53 anni ma mi sento un giovanotto.

Sara: Venti

Cosa fate nella vita?

Marcello: Sono un allevatore di suini. Ho un’azienda insieme a mio padre.

Sara: Studio Scienze Naturali all’Università. Mi piacerebbe lavorare con le piante.

Quali sono i vostri pregi?

Marcello: Non sto mai fermo un attimo e amo il divertimento.

Sara: Mia madre dice che sono una persone onesta, umana, bella e creativa.

E i difetti?

Marcello: Forse sarebbe meglio chiederlo agli altri.

Sara: Sono testarda, sono del segno dello scorpione quindi sono piuttosto irascibile. Mia madre dice che sono disordinata

Un mio hobby è…

Marcello: Solo uno? Insegno spagnolo all’Università della Terza di Chivasso. Per le sezioni di Verolengo e San Raffaele tengo conferenze di astronomia e suono in dodici bande musicali diverse. Ah, ogni tanto parto e vado in giro per il mondo a vedere l’eclissi di sole e vedi i miei capelli colorati? Quando ho tempo faccio il modello per un parrucchiere di Forn, il mio amico Roberto Moretto.

Sara: Fino a qualche anno fa suonavo il flauto traverso per la banda di Castelrosso. Ho smesso, ma so suonarlo ancora. E poi mi piace la natura.

Come mai avete scelto di essere Conte e Contessa di Castelrosso?

Marcello: Perchè mi diverto, infatti è la terza volta che vesto i panni del conte qui a Castelrosso. Trent’anni fa ho fanche atto il Casinè a Montanaro

Sara: Il Carnevale è una manifestazione che mi piace da sempre. Da piccola ho ricoperto il ruolo di paggetta. Fare la Contessa era doveroso per il mio paese.

Cosa apprezzate l’uno dell’altra?

Marcello: Sara ha un bel sorriso, è giovane ed è simpatica. E poi, è anche bionda, cosa voglio di più?

Sara: E’ simpaticissimo e sa scherzare sempre

Siete scaramantici?

Marcello: Diciamo che non mi piace quando vedo il numero 17

Sara: Un pochino. Se posso evito i gatti neri e cerco di non rompere gli specchi

Fate un invito ai lettori: perché partecipare al Carnevale di Castelrosso?

Marcello: Il Carnevale di Castelrosso piace sempre molto, si fa molta festa e si mangia tanto. Sì, si mangia davvero tanto.

Sara: Perchè il Carnevale in generale è una festa che nel corso degli anni si sta perdendo. E poi, io la considero un occasione per divertirsi in modo sani, per passare qualche ora con amici e parenti senza pensare ai problemi.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

CHIVASSO. Paolo Brunetto: “Ok alle lamentele, ma costruttive e propositive. Bisogna collaborare”

Paolo Brunetto, titolare del negozio “Robe di Kappa” a Chivasso e Rivarolo, consigliere Ascom Chivasso …

CHIVASSO. Un anno di Covid, un anno di vita stravolta…

Partite iva allo stremo, loro sono le più toccate da questo anno di Covid che …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *