Home / Torino e Provincia / Castellamonte / CASTELLAMONTE. Mazza ai socialisti: “Ecco quello che ho fatto io”
Pasquale Mazza sindaco di Castellamonte

CASTELLAMONTE. Mazza ai socialisti: “Ecco quello che ho fatto io”

Parole dette tanto per dire. E’ questa, in sostanza, la risposta del sindaco Pasquale Mazza alle accuse del Partito Socialista locale, uscite fuori durante un incontro avvenuto due settimane fa a cui era presente anche il Partito Democratico.

Si è parlato solo in minima parte di come mettere in atto le promesse elettorali o di come cominciare a progettare la Castellamonte dei prossimi anni, mentre mi è stato chiesto, tra l’altro nella sede sbagliata, di dar più visibilità a qualche loro uomo in modi che non sono attuabili e che sono assolutamente lontani da quello che è il mio modo di fare politica che ha da sempre privilegiato l’onestà e le capacità, al di là delle posizioni – ha esordito Mazza -. La lista “Diversamente Castellamonte” si è da sempre presentata come aggregazione civica di persone con varie anime politiche e sociali, e quando il Partito Socialista si riferisce a questo, dimostra di non aver assolutamente compreso quello che era un fatto estremamente chiaro”.

In sostanza, non avrebbero capito per nulla l’intento del primo cittadino. Inoltre, Mazza sostiene che i primi mesi di amministrazione sono stati utilizzati per rimettere a posto i conti del bilancio.

Se fino ad ora l’operato della mia amministrazione è sembrato poco operativo – continua – è stato perché abbiamo dovuto concentrare tutte le risorse finanziarie e moltissimo del nostro tempo per tappare gli infiniti buchi ereditati, debiti che non potevamo ignorare, ma che stiamo finalmente recuperando”.

Mazza fa un elenco delle opere più importanti realizzate negli ultimi mesi. Ed eccole snocciolate.

Abbiamo trovato una situazione al limite del fallimento e partendo da questo punto abbiamo cominciato a programmare e iniziare a risolvere da subito le cose più urgenti: l’asfalto della circonvallazione di Campo, il disalveo dei rii S. Pietro e Leonatto, la conclusione della caserma dei Vigili del Fuoco, il parcheggio davanti alle elementari di Spineto. Grazie alla Regione Piemonte abbiamo integrato per sei mesi 3 nuovi cantonieri, abbiamo approvato convenzioni con le cooperative per far lavorare i ragazzi rifugiati, abbiamo rivitalizzato la città con una Mostra della Ceramica che finalmente alimenta il turismo a Castellamonte, abbiamo riscoperto il Palio sportivo dei Rioni per migliorare la socialità, e poi Cammin’Arte, le fiere, lo spostamento della segreteria delle scuole alle medie e della polizia municipale a Palazzo Antonelli, le varie collaborazioni con molti progetti realizzati assieme all’A.S.L., al liceo “Felice Faccio”, alle scuole dell’obbligo, alla Croce Rossa, per terminare con la collaborazione con le forze dell’ordine, compresa la programmazione per la videosorveglianza”.

Non mancano nemmeno i progetti per il futuro.

A breve inizierà il rifacimento del tetto di palazzo Botton per dare avvio una volta per tutte al “Museo Permanente della Ceramica”, che sarà possibile completare, alla luce della novità di questi ultimi giorni, cioè del finanziamento di 550 mila euro. E’ partita la progettazione, per un importo di circa 100 mila euro, relativa agli asfalti, che contiamo di eseguire prima dell’inverno.

Sono iniziate le sistemazioni di alcune piccole criticità.

Si fa tutto in base alle disponibilità. Partirà a breve il bando “di sponsorizzazioni” per affidare lamgestione delle aiuole e delle rotonde della città. Stiamo cercando una soluzione per il vecchio ospedale ed un finanziamento per rifare la facciata di Palazzo Antonelli, e stiamo programmando

tanti altri piccoli interventi dai Pmo in collaborazione con l’Unione Montana ai lavori sul rio Gregorio e sul ponte del Capriolo, finanziati dalla Regione Piemonte”.

Infine Mazza conclude: “Siamo consapevoli che resta moltissimo da fare ma “il nulla” è altra cosa e lo restituiamo al mittente ed ai suoi collaboratori”.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

VILLAR PEROSA. Scontro con 2 morti: automobilista positivo all’alcoltest

È risultato positivo all’alcol test, il 20enne di Frossasco che questa mattina era alla guida …

Municipio ivrea

IVREA. Il nuovo Piano regolatore, l’occasione per fermare le speculazioni inutili e rilanciare la città.

La società Genco ha chiesto al comune di Ivrea di inserire il programma di riqualificazione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *