Home / Torino e Provincia / Castellamonte / CASTELLAMONTE. Malato di Parkinson licenziato, Leu: “Intervenga Di Maio”
federico fornaro

CASTELLAMONTE. Malato di Parkinson licenziato, Leu: “Intervenga Di Maio”

“Il ministro del lavoro intervenga e risolva urgentemente il caso del lavoratore piemontese malato di Parkinson licenziato dall’azienda dove lavorava, azienda che è stata condannata dalla magistratura per il suo comportamento e che non ha ancora provveduto al suo reintegro”. Lo chiedono i deputati di Liberi e Uguali, primi firmatari il capogruppo alla Camera Federico Fornaro e Nicola Fratoianni, in un’interrogazione parlamentare al governo.
“L’azienda piemontese Teknoservice nel marzo 2017 – ricordano – ha licenziato un dipendente, Franco Minutiello di 60 anni, in quanto giudicato inabile al lavoro perché ammalato del morbo di Parkinson. C’è stato poi il ricorso al Tribunale del lavoro di Ivrea che ha condannato, con sentenza del 9 luglio 2018, la Teknoservice al reintegro del dipendente e al pagamento degli stipendi arretrati nonché al risarcimento dovuto per l’illegittimità del licenziamento. Il giudice ha intimato alla Teknoservice ‘di modificare l’organizzazione per assicurare il diritto al lavoro dei dipendenti portatori di handicap’. Un provvedimento immediatamente esecutivo.” “Tuttavia – proseguono Fornaro e Fratoianni – la Teknoservice a oltre 2 mesi dalla sentenza, non ha reintegrato l’operaio, non ha pagato le retribuzioni che gli spetterebbero dalla data dell’ordinanza e non ha provveduto neanche alla liquidazione del risarcimento stabilito dal giudice per l’illegittimità del licenziamento. Nei giorni scorsi su proposta del Gruppo consiliare di Leu, il Consiglio Regionale del Piemonte ha approvato una mozione di sostegno al dipendente”.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

VILLAR PEROSA. Scontro con 2 morti: automobilista positivo all’alcoltest

È risultato positivo all’alcol test, il 20enne di Frossasco che questa mattina era alla guida …

Municipio ivrea

IVREA. Il nuovo Piano regolatore, l’occasione per fermare le speculazioni inutili e rilanciare la città.

La società Genco ha chiesto al comune di Ivrea di inserire il programma di riqualificazione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *