Home / Torino e Provincia / Castellamonte / CASTELLAMONTE. Elezioni, gli appelli al voto. Resa dei conti a Castellamonte
CANDIDATI A SINDACO Da sinistra: Dionigi Bartoli, Nella Pasqualina Falletti e Pasquale Mazza

CASTELLAMONTE. Elezioni, gli appelli al voto. Resa dei conti a Castellamonte

Tre le liste che si sfidano alle elezioni amministrative di Castellamonte: “Per Castellamonte – Nella Falletti Sindaco”, “Viviamo Castellamonte” e “SìAmo Castellamonte”.

La candidata a sindaco della lista “Per Castellamonte” è Nella Pasqualina Falletti, classe 1948. La lista “Viviamo Castellamonte” candida a sindaco Dionigi Bartoli, nato a Ginestra degli Schiavoni (in provincia di Benevento) il  7 giugno 1969, imprenditore nel settore della Ristorazione, commerciante.

La lista “SìAmo Castellamonte” ripropone quale candidato a sindaco il primo cittadino uscente Pasquale Mario Mazza, 57 anni, impiegato.

Ai candidati a sindaco abbiamo chiesto un appello al voto. Eccolo.

Dionigi Bartoli

Carissimi concittadini, siamo arrivati alla fine di questa breve ma intensa campagna elettorale – spiega Dionigi Bartoli -. Mi piace considerare il periodo che abbiamo trascorso più un modo per conoscere i reali bisogni del mio Comune che non una sfida tra candidati. Ho visto che tutti abbiamo messo “sul piatto” proposte ed idee e penso che si possa considerare interessante ogni programma presentato. E allora perché scegliere la mia lista piuttosto che quella dei miei “avversari”? Semplice: come già abbiamo più volte ripetuto noi rappresentiamo il volto nuovo dell’amministrazione, non siamo legati ad alcun partito politico (e quindi non ne siamo dipendenti) e abbiamo anche persone di esperienza. Tutto questo non può che portare a ottimi risultati. Sono anni che sento ripetere che amministrano sempre gli stessi poi mi però la maggior parte dei miei concittadini continua a votarli, perché uno è il cugino, l’altro l’amico, l’altro ancora perché ha ricevuto la promessa che gli asfalteranno il pezzettino di strada sotto casa… Poi, alla fine, la solita storia: delusione, promesse non mantenute, gente che non risponde più al telefono… Ecco! Non è arrivato il momento di dire basta? Non è forse arrivato il momento di lasciare che il cugino faccia solo il cugino e che, finalmente, qualcuno si preoccupi davvero del bene del nostro paese? Noi pensiamo di sì, ed è per questo che siamo scesi in campo e che abbiamo deciso di mettere tutta la passione possibile in questa avventura che vedrà il nostro Comune tornare ad essere il centro del Canavese. Perché noi viviAMO Castellamonte. Grazie”.

Nella Falletti

Ho scelto di scendere in campo e candidarmi a sindaco perché amo la mia città, dove sono nata e vissuta per tutta la vita – spiega Nella Falletti -. E per questo metto a disposizione il mio bagaglio di competenze ed esperienze maturate negli anni come consigliere ed assessore. Con me c’è un gruppo di persone che condividono il mio stesso amore per Castellamonte e lo spirito di servizio con cui affrontiamo la sfida di amministrare la nostra città in questo periodo così complicato. Il nome stesso che abbiamo scelto per la nostra lista, «Per Castellamonte», sottolinea la volontà di tutti di mettersi a disposizione, senza fini di lucro o interessi personali, ma con in mente un progetto per il rilancio del nostro paese. Dobbiamo lasciarci alle spalle la stagione dei veleni, dei litigi e delle contrapposizioni che hanno immobilizzato l’Amministrazione e che ci hanno condotto alla crisi e al commissariamento. Ora alla città serve un progetto per il futuro, quello che è mancato in questi tre anni.

Servono più servizi, più collegamenti e scuole più sicure ed adeguate alle necessità educative attuali e future. Saremo al fianco delle nostre associazioni, aiutandole e sostenendone la ripartenza dopo un periodo di difficoltà, come nel caso della Pro loco o del Centro anziani. Chiedo ai miei concittadini di accordare la loro fiducia alla lista N.1 «Per Castellamonte»: insieme potremo attuare il cambiamento, lavorando con tenacia e competenza, senza far cadere le scelte dall’alto, ma condividendo idee ed obiettivi”.

Pasquale Mazza

“Per i cittadini castellamontesi le elezioni comunali cadranno in un periodo particolare, con l’emergenza Covid non ancora pienamente risolta, e con l’interruzione della legislatura giunta anticipatamente – spiega Pasquale Mazza -. L’Amministrazione che guidavo sarebbe finalmente stata in grado, dopo i sacrifici e l’attento lavoro di aggiustamento dei conti pubblici, di vedere i frutti del proprio lavoro e di cominciare ad investire per il bene di Castellamonte. Purtroppo la crisi, sanitaria prima e amministrativa dopo, hanno tarpato le ali ad un progetto che stava finalmente prendendo forma.

Erano stati previsti rimborsi per i commercianti danneggiati, nuove asfaltature, il rifacimento della facciata del Comune, la messa in sicurezza delle scuole ed un attento lavoro di promozione territoriale. Ma la voglia di fare è ancora tantissima, e per questo si è formato il nuovo gruppo “SìAmo Castellamonte”, a sostegno della mia candidatura a sindaco, che vuole unire ciò che di buono è stato fatto nei tre anni passati con le idee e l’energia di tanti giovani, tutti uniti dalla voglia di far bene e di mettersi al servizio del paese. Ragazzi e ragazze che con grande entusiasmo e voglia di fare vogliono mettere le loro esperienze e le loro competenze al servizio del gruppo, e quindi al servizio della città, senza chiedere nulla in cambio se non di far diventare Castellamonte una città più vivibile e bella. 

Abbiamo fotografato l’esistente e costruito un programma che possa rispondere alle esigenze del territorio. Votate la nostra lista per costruire insieme la Castellamonte del futuro!”.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

IVREA. Prima un “patto per la lettura” e poi “Ivrea Capitale del libro”

Lo abbiamo già scritto qualche mese fa. Fiato alle trombe e pure rullo di tamburi…. …

CHIVASSO. Continua il viaggio nel mondo delle partite iva…

Sabrina Mortarotti e Silvio Brollo sono due partite iva chivassesi e vogliono dirci la loro …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *