Home / Torino e Provincia / Castellamonte / CASTELLAMONTE. Coronavirus, Bozzello: “Siamo 3200 a voler la riapertura dell’ospedale”

CASTELLAMONTE. Coronavirus, Bozzello: “Siamo 3200 a voler la riapertura dell’ospedale”

Dopo il No della Regione alla sua proposta di rimettere in funzione l’ex-ospedale di Castellamonte, il senatore Bozzello replica e rilancia la sua proposta.
Dichiara: “E una doccia fredda che mi aspettavo ma che mi fa rimanere sempre più sulla mia posizione inziale. La segnalazione che ho fatto 25 giorni or sono rimane la stessa anche oggi.  La struttura di Castellamonte, soprattutto l’ala nuova dell’Ex Ospedale, secondo me  può essere utilizzata  in questa fase emergenziale per  sollevare i reparti purtroppo strapieni di Ivrea, Cuorgnè,  Ciriè e Chivasso.

Il presidente del Club Turati precisa: “Non sono io di certo a poter dire cosa è giusto fare perché non ne ho titoli; il mio compito da ex Amministratore e Senatore della Repubblica è quello di segnalare  in maniera costruttiva delle possibili soluzioni ad alleviare questa terribile situazione”.

Finora il suo appello è stato sottoscritto da 3.200 cittadini. “Spero che la loro voce unanime – conclude il senatore – continui ad arrivare a Torino sempre più forte e che vi sia nel più breve tempo possibile  una rivalutazione tecnica della struttura ospedaliera di Castellamonte.

l’ex-ospedale di Castellamonte, il senatore Bozzello replica e rilancia la sua proposta.
Dichiara: “E una doccia fredda che mi aspettavo ma che mi fa rimanere sempre più sulla mia posizione inziale. La segnalazione che ho fatto 25 giorni or sono rimane la stessa anche oggi.  La struttura di Castellamonte, soprattutto l’ala nuova dell’Ex Ospedale, secondo me  può essere utilizzata  in questa fase emergenziale per  sollevare i reparti purtroppo strapieni di Ivrea, Cuorgnè,  Ciriè e Chivasso.

Il presidente del Club Turati precisa: “Non sono io di certo a poter dire cosa è giusto fare perché non ne ho titoli; il mio compito da ex Amministratore e Senatore della Repubblica è quello di segnalare  in maniera costruttiva delle possibili soluzioni ad alleviare questa terribile situazione”.

Finora il suo appello è stato sottoscritto da 3.200 cittadini. “Spero che la loro voce unanime – conclude il senatore – continui ad arrivare a Torino sempre più forte e che vi sia nel più breve tempo possibile  una rivalutazione tecnica della struttura ospedaliera di Castellamonte.

Commenti

Blogger: Caterina Ceresa

Caterina Ceresa
Autore e collaboratore de La Voce del Canavese nell'alto Canavese

Leggi anche

IVREA. Confindustria Canavese: “Decreto Rilancio? E’ insufficiente”

Confindustria Canavese giudica insufficienti i provvedimenti del Governo per le imprese previsti dal Decreto Rilancio. …

Foglizzo, Castello dei Biandrate

FOGLIZZO. Castelli Aperti: domenica 31 maggio si riparte da qui

Visite guidate nel pomeriggio con partenza alle ore 15, 16 e 17 a gruppi di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *