Home / Torino e Provincia / Castellamonte / CASTELLAMONTE. Al teatro Martinetti uno sguardo sull’Etiopia
Michele Stefanelli (primo da sinistra) e le fotografie esposte al Martinetti

CASTELLAMONTE. Al teatro Martinetti uno sguardo sull’Etiopia

E’ stata interamente dedicata all’Etiopia la Mostra Fotografica allestita al Teatro Martinetti di Castellamonte e rimasta visitabile per due fine- settimana, dal 28 settembre al  7 ottobre, che portava il titolo “Un lungo sguardo sull’Etiopia”. Le foto sono quelle scattate da Michele Stefanelli, ex-dipendente della “Eaton Livia” in pensione, che da anni dedica una parte del suo tempo  al volontariato nel paese africano. Ne ha visitato le diverse regioni ed ha imparato  a conoscerle.

Stefanelli è segretario dell’associazione “Piccoli Passi” di Torre Canavese, fondata nel 2010 con lo scopo di realizzare progetti concreti per migliorare le condizioni di vita dei bambini africani  e della popolazione in generale. Gli interventi si concentrano soprattutto a Gombo, in Etiopia dove, accanto ad un ospedale  già esistente, sono sorti la scuola, un laboratorio di falegnameria ed uno di sartoria. I volontari effettuano anche interventi edilizi ed idraulici, provvedono alla manutenzione ed alla ristrutturazione delle strutture abitative ed ospedaliere. L’associazione è laica ed indipendente, si regge sulla generosità e sull’opera dei volontari, che sono una ventina, residenti a Torre  e nei paesi limitrofi. A fondarla sono stati i coniugi Bruno Bastianello e Maria Pia Traverso ed è presieduta dalla dottoressa Daniela Gaido.

Commenti

Blogger: Caterina Ceresa

Caterina Ceresa
Autore e collaboratore de La Voce del Canavese nell'alto Canavese

Leggi anche

BORGARO. Lavoro: operai senza permesso soggiorno, denunciato

L’amministratore unico di una ditta di lavori edili è stato denunciato dai carabinieri per avere …

Carabinieri (foto d'archivio)

PISCINA. Tentano scardinare bancomat con carro attrezzi, in fuga

Hanno tentato di asportare uno sportello bancomat agganciandolo a un carro attrezzi ma sono stati …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *