Home / BLOG / CASTAGNETO PO. Quanti furti in frazione Cimenasco, i cittadini chiedono le ronde
Ladri in casa
Ladri

CASTAGNETO PO. Quanti furti in frazione Cimenasco, i cittadini chiedono le ronde

Più di un furto al giorno, in media, nei primi dieci giorni del mese di giugno. E’ quasi un record, negativo ovviamente, quello che s’è registrato in frazione Cimenasco di Castagneto Po in quest’inizio d’estate. Un’escalation preoccupante che ha allarmato i cittadini ed allertato forze dell’ordine ed istituzioni. Per questo, martedì sera, una cinquantina di castagnetesi si sono ritrovati nella piazza della frazione per discutere, di concerto con l’amministrazione comunale ed i carabinieri, le strategie da attuare per cercare di porre un freno a questo dilagare di piccoli episodi di criminalità che inquietano, e non poco, il paese. I fatti. Da inizio giugno, sono almeno una quindicina i furti messi a segno nelle abitazioni di Cimenasco. Prese di mira case isolate, nuove, vecchie, cascine, villette dotate di sistemi d’allarme oppure no: insomma, i ladri hanno colpito ovunque, sia di giorno che di notte. Nei bottini sono finiti preziosi, contanti, oggetti di valore. Identiche, praticamente sempre, le modalità di azione. E là dove hanno trovato la “variabile” dei cani a far la guardia, i ladri li ha hanno addormentati. Pochi gli indizi, purtroppo, per identificare i malviventi. In frazione pare siano state viste aggirarsi nei giorni dei furti tre auto “sospette”: un’Audi di colore nero, un’Opel Corsa grigia e una Volkswagen di colore grigio. Altri elementi, alle forze dell’ordine, non sono stati forniti. “Abbiamo paura, dovete fare qualcosa!”, hanno chiesto i circa cinquanta cittadini che martedì affollavano la piazza, rivolgendosi al sindaco Giorgio Bertotto, l’assessore Massimo Bocca, ai consiglieri comunali presenti e ad una rappresentanza dei carabinieri di Chivasso. I cittadini hanno chiesto maggiori controlli sul territorio. Intanto, con l’installazione di videocamere di sorveglianza ai vari accessi del paese e nei punti nevralgici, affinché tutto il territorio sia coperto e monitorato. Quindi, proponendo al sindaco di organizzare ronde notturne per le vie di Castagneto. Su quest’ultimo punto, l’amministrazione castagnetese ha soprasseduto. Sull’installazione delle videocamere, invece, s’è detta più che possibilista. I carabinieri, dal canto loro, hanno chiesto ai cittadini la massima collaborazione. Ogni volta che c’è un sospetto, contattare il Comando di Chivasso al numero 011 91 19 800. Dunque, occhi bene aperti. E telefono a portata di mano. Sempre.

Commenti

Blogger: Emiliano Rozzino

Emiliano Rozzino
Libero di...

Leggi anche

IVREA. Criticità ponti: scattano limitazioni traffico pesante

Problemi strutturali sul viadotto 25 Aprile e sul ponte Adriano Olivetti, a Ivrea. Le prove …

VOLPIANO. Luigi Lia a “Chi l’ha visto?”, è scomparso da due mesi

Sono passati due mesi e non c’è ancora traccia di Luigi Lia,  il volpianese di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *