Home / BLOG / CASTAGNETO PO. ELENA ROTARI UNA CASTAGNETESE CON LA STOFFA DELLA STAR

CASTAGNETO PO. ELENA ROTARI UNA CASTAGNETESE CON LA STOFFA DELLA STAR

Elena Rotari, una castagnetese con la stoffa della star. Ha da poco tempo  compiuto 18 anni, ma il suo curriculum è già costellato di esperienze significative nel mondo della moda e del cinema.
Sfilate per stilisti importanti come Mirella Rocca, conduzione di programmi televisivi come “Forza Juve” su Rete 7, una parte rilevante in “Io sono nessuno”, film che sarà presentato al Festival del Cinema di Cannes il prossimo anno.
“Adoro l’ambito artistico, credo sia la mia strada – ci spiega Elena -. Certo, non è l’unico mestiere che mi piacerebbe fare. Da piccola sognavo di diventare una pediatra e aiutare i bambini: per rimanere fedele a questa idea, e perché i bambini mi piacciono davvero molto, proverò a giugno il test di medicina”.
Qual è il tuo rapporto con il mondo fatto di luci, riprese televisive e passarelle?
“Non credo che riuscirei a vivere senza – spiega -. Quando ero più piccola i miei genitori mi hanno spinta ad imparare recitazione, musica e canto. Stare davanti ad una telecamera è davvero divertente e bellissimo. Per il film che stiamo finendo di girare, diretto e interpretato da Enzo Dino, Ferdinando Vetere e Steph Bianco, si è creata un’atmosfera davvero familiare. Il legame tra attori, registi e staff è incredibile ed è proprio questo aspetto, oltre a quello recitativo, che mi piace. Sto cercando di migliorare dal punto di vista della recitazione, dell’immagine scenica e della dizione”.
Gli amici ma, soprattutto, la famiglia cosa dicono di questi tuoi progetti? Ti sostengono?
“Assolutamente sì e sono davvero contenta – risponde -. Senza il sostegno dei miei genitori, dei miei fratelli e dei miei amici, non credo riuscirei ad andare avanti. Devo davvero ringraziarli per tutto ciò che fanno per me”.
Come concili questa tua passione con lo studio?
“Io credo che non si possa diventare attori o attrici, o anche modelle, senza aver studiato a fondo. Proprio per questo proseguirò negli studi e se non riuscirò a passare il test d’ammissione a medicina, cercherò una facoltà o dei corsi in ambito artistico. Tanti mi dicono che 18 anni sono troppi per iniziare a intraprendere una carriera di questo tipo, ma io sono fiduciosa”.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

CASTELLAMONTE. Ripulite dai rifiuti le scarpate del torrente Malesina a Muriaglio

CASTELLAMONTE. Ripulite dai rifiuti le scarpate del torrente Malesina a Muriaglio. A seguito della segnalazione …

BRANDIZZO. Da giovedì parte il presidio dei lavoratori Ipb

Ad un anno appena dalla crisi Martor, un’altra azienda decide di chiudere i battenti. E …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *