Home / Torino e Provincia / Cascinette d'Ivrea / CASCINETTE. Una cittadina scrive a Città Metro: “Fate qualcosa: la Sp 74 è pericolosa”
Capriolo femmina

CASCINETTE. Una cittadina scrive a Città Metro: “Fate qualcosa: la Sp 74 è pericolosa”

Quella strada è pericolosa. Corrono come matti, sembra il circuito di un rally”.

L’allerta sulla pericolosità della Strada provinciale 74 che da Cascinette si snoda verso Chiaverano, è stato lanciato da una cittadina preoccupata del fatto che prima o poi, lungo quel tragitto di curve, salite e discese, possa accadere una disgrazia.

Ilaria Di Carlo, abita proprio lungo quel tratto di Provinciale ed è per questo che ha deciso di non voler più stare a guardare: “Due settimane fa ho inviato una mail all’ex Provincia, al Comune di Cascinette e adue associazioni animaliste: Lipu e Anpa”.

Risposte?

“Nessuna, ma è ancora preso, credo… Son fiduciosa, arriveranno”.

Nel frattempo, però, qualcosa è successo: “Purtroppo nei giorni scorsi, all’altezza del cimitero di Chiaverano, proprio lungo quella tratta che ho segnalato come pericolosa, è stato investito un capriolo femmina”.

La notizia è corsa anche sui social, diffisa dalla pagina Facebook “Sei di Ivrea se”.

Da quanto si dice – continua Ilaria Di Carlo – è stata portata da un veterinario che non ha potuto far altro che abbattere quel povero animale. Era una femmina, aveva il latte. Il cucciolo è rimasto senza la sua mamma”.

Per Ilaria questo è un ulteriore segno di quanto pericolosa possa essere quella strada: “Occorre limitare la velocità in qualche modo.

Il pannello dissuasore messo a Cascinette non serve ad un bel nulla. Tutti sanno che è solo un indicatore di velocità. Occorrono bel altri dissuasori. Lì vicino c’è il lago di Campagna, un posto molto frequentato da famiglie, nonni con nipotini, bambini in bicicletta. Le auto sfrecciano all’impazzata. E io temo che prima o poi possa succedere qualcosa di brutto. Ho provato anche a parlarne con il sindaco di Chiaverano: mi ha detto che la competenza è di Città Metropolitana e che i Comuni nulla possono. Vedremo così mi diranno…”

Ilaria, inoltre segnala come pericolosa anche la fermata dell’autobus di linea: “E’ in piena curva e non c’è tutela. L’attraversamento è cieco. Il rischio di essere investiti è davvero grande.

Fino ad oggi non è successo nulla, ma è davvero sfidare la sorte, così”.

Commenti

Blogger: Maria Di Poppa

Maria Di Poppa
Letteralmente

Leggi anche

CASTELLAMONTE. Maddio presidente della Società Operaia

E’ Giovanni Maddio, già vicesindaco con Mascheroni e poi esponente della minoranza durante il primo …

CASTELLAMONTE. Palazzetto e campo da calcio in gestione

Il Campo da Calcio ad 11 ed il Palazzetto dello Sport di Castellamonte verranno dati …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *