Home / Torino e Provincia / Casalborgone / CASALBORGONE. In Italia mancano gli insegnanti! A Casalborgone addirittura le scuole…
IL CANTIERE della scuola media di Casalborgone

CASALBORGONE. In Italia mancano gli insegnanti! A Casalborgone addirittura le scuole…

Riceviamo e pubblichiamo.

Lunedì 14 settembre sono ripartite le scuole. In paese i genitori sono preoccupati perché mancano ancora alcuni insegnanti. Posso rassicurarli, la ministra Azzolina non è riuscita a riorganizzare bene la ripartenza delle scuole, ma a Casalborgone i problemi li ha risolti tutti Cavallero. Nessuno si accorgerà dei problemi creati dalla ministra Azzolina. Come possono esserci dei problemi di insegnanti quando sono le scuole che mancano?  Le scuole elementari sono state presentate come belle e rinnovate, ma basta allargare il campo della foto e appare la realtà. Aldilà della facciata e dei nuovi serramenti, tutta la scuola è ricompresa nel cantiere, sia dal lato strada che nel cortile  interno. Non solo, le delimitazioni del cantiere non sono nè robuste nè solide: c’è solo una semplice rete. Le opere da realizzare sono ancora molto importanti, devono essere demoliti tratti di muro portante delle vecchie fondamenta che supportano l’intero edificio, sarà quello l’adeguamento sismico? L’escavatore è ancora in funzione, il passaggio per l’ingresso è in comune con gli sbancamenti del cantiere. Sul cartello di cantiere il termine per il completamento delle opere era previsto in 150 giorni: i lavori sono iniziati a gennaio, quindi a maggio dovevano essere conclusi. Seppure con quattro mesi di ritardo, il cantiere è ancora in alto mare. Non c’è la mensa,  non ci sono aree di parcheggio per gli insegnanti, figuriamoci per i genitori, tanto è vero che il sindaco ha predisposto un’ordinanza di chiusura della strada. Non bastava la chiusura per il mercato a creare disagi alla viabilità. Chi deve andare o arriva dalla val Chiapini o anche solo dalla Madonnina, per arrivare al paese dovrà passare dal centro storico. In tutto questo caos non ci sono interferenze con l’attività didattica?

Per la scuola media è anche peggio: la scuola è completamente inagibile, sembra che sia stata bombardata. Due classi saranno sistemate sotto un tendone, mi chiedo come faranno due insegnanti a fare lezione contemporaneamente a due classi diverse sotto un tendone, per non parlare delle temperature, nelle giornate di sole ci sarà da morire di caldo, mentre a breve, tra pioggia e le temperature invernali, per alunni e insegnanti sarà un vero e proprio corso di sopravvivenza. Altre  due classi saranno ospitate nei locali dell’oratorio e due nel salone parrocchiale. In questo caso almeno ci saranno meno problemi climatici, ma resta il problema di fare lezione con due classi in uno stesso locale. Queste sono le opere che dovranno durare per i prossimi trenta anni, perché il sindaco Cavallero, per ottenere il contributo regionale, ha dovuto vincolarle per trenta anni. Non era questo un chiaro segnale che la Regione non intendeva finanziare opere che non fossero adatte anche alla didattica dei prossimi anni? Viste le condizioni non doveva essere così difficile ottenere l’unificazione dei tre milioni di euro di contributi, questi sono i costi di questi interventi e realizzare un polo scolastico ex novo, senza creare tanti disagi agli studenti in strutture che comunque non sono più adatte alla didattica già oggi e lo saranno sempre meno con il passare degli anni. Invece no gli attuali alunni hanno già oggi un’unica certezza che anche i loro figli dovranno rassegnarsi e seguire le scuole in quelle stesse vecchie strutture.

Eugenio Baggio

consigliere comunale

di minoranza a Casalborgone

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

CANAVESE. Entravano in casa di notte per rubare durante il lockdown, quattro arresti

Agivano soprattutto di notte, non curanti neppure della presenza dei proprietari in casa che dormivano. …

IVREA. Confindustria Canavese, Ceresa nuovo presidente “Gam”

L’Assemblea generale del Gruppo Aziende Metalmeccaniche e Manifatturiere di Confindustria Canavese ha eletto il nuovo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *