Home / Torino e Provincia / Caravino / CARAVINO. Sanità: Saitta ad Anci, “patto con comuni per rete assistenza”
antonio saitta
Antonio Saitta

CARAVINO. Sanità: Saitta ad Anci, “patto con comuni per rete assistenza”

Un patto per rafforzare nei piccoli Comuni del Piemonte la rete di assistenza territoriale che l’assessorato alla Sanità della Regione Piemonte ha costruito in questi anni e che intende ulteriormente incrementare. E’la proposta che l’assessore alla Sanità, Antonio Saitta, ha formulato al presidente di Anci Piemonte, Alberto Avetta, durante il convegno svoltosi oggi al Castello di Masino.
La collaborazione tra Regione e sindaci permette di accrescere l’offerta nelle realtà più isolate, sostiene l’assessorato alla Sanità, e contribuisce a mantenere la popolazione sui territori, garantendo assistenza efficace e continua ai cittadini che si trovano in condizioni più fragili, in particolare gli anziani e i pazienti cronici.
Saitta ha ricordato alcuni progetti avviati nell’ambito del rafforzamento della rete territoriale: dalla radiologia a domicilio, al positivo progetto sperimentale incentrato sull’innovativo modello dell’Infermiere di comunità e famiglia, all’estensione a 75 Comuni – tra i quali alcuni di piccole dimensioni – dei campi attrezzati per il volo notturno degli elicotteri del 118. Obiettivo finale è quello di dare sicurezza e mettere in rete il territorio – conclude la Regione Piemonte – utilizzando le tecnologie disponibili e le sinergie tra enti e soggetti che hanno compiti e funzioni diversi ma sono uniti dalla stessa doverosa attenzione istituzionale alle fasce più deboli della popolazione.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

NUCLEARE. Città Metropolitana ribadisce il “No” al deposito nazionale

“I quattro comuni individuati nella provincia di Torino come siti idonei, non si candidano ad …

CERES. Ferrovia Torino-Ceres, Gabusi: “I bus integrano il servizio”

L’assessore ai Trasporti del Piemonte, Marco Gabusi, ha affrontato oggi in Consiglio regionale rispondendo a …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *