Home / Sport / Calcio / Capolavoro in Valle d’Aosta. Storico poker di final four in Coppa per la Pro&Eureka

Capolavoro in Valle d’Aosta. Storico poker di final four in Coppa per la Pro&Eureka

Mercoledì a dir poco esaltante per la Pro Settimo&Eureka. Pareggiando 2-2 in casa dell’Aygreville nella terza ed ultima gara del triangolare di Coppa Italia valido per il secondo turno, i biancocerchiati conquistano infatti la quarta semifinale di Coppa Italia della loro storia e, a ridosso delle festività natalizie, torneranno in campo per andare a caccia di uno storico poker di finali.

Match da brividi in Valle d’Aosta, dove gli uomini di un sempre più convincente Sandro Siciliano sono scesi in campo con il vantaggio di poter disporre di due risultati su tre per staccare il pass qualificazione. Ciò nonostante la conquista delle semifinali si è rivelata impresa davvero complessa, visto che, per l’ennesima volta in stagione, i settimesi sono riusciti a centrare l’obiettivo soltanto in pieno recupero, assestando la zampata decisiva quando ormai tutto sembrava perduto.

Dopo un primo tempo a reti bianche, la partita è improvvisamente decollata al rientro dagli spogliatoi. Sogno ha portato in vantaggio i valligiani ad inizio seconda frazione, prima del provvisorio pareggio dell’inossidabile Parisi. I ragazzi di mister Giorgio Benedetti, però, sono riusciti a rimettere il naso avanti ad una passo dal triplice fischio grazie alla zampata desolato Marchesano, ma dopo aver cullato a lungo il sogno di sgambettare la capolista del campionato, ad un minuto dal termine una pennellata di Parisi su calcio piazzato ha riscritto la storia del match, consegnando agli ospiti la quarta final fuor negli ultimi sette anni. Un traguardo storico che proietta la società di via Cascina Nuova tra le più grandi di sempre sul palcoscenico di Coppa.

Domenica, dopo i doverosi festeggiamenti, la Pro si ripresenterà sul terreno del Rini, in Valle d’Aosta, per affrontare l’Aygreville in occasione della penultima giornata di campionato. Un confronto che si annuncia incandescente, viste le scintille seguite al triplice fischio del match di Coppa. Nella circostanza, però, i valdostani dovranno rinunciare ai due bomber Sogno e Marchesano, fermati per un turno dal giudice sportivo.

Commenti

Blogger: Fabio Ugolini

Fabio Ugolini
Te lo do io il Fair Play

Leggi anche

CASTELLAMONTE. Coronavirus, la Regione: “Abbiamo Verduno, non servono altri ospedali”

Da lunedì 30 marzo l’ospedale di Verduno, completato con qualche settimana d’anticipo per far fronte …

Frank Chamizo

LOTTA LIBERA. Frank Chamizo guida il ranking mondiale dei 74 kg

Dall’alto in basso: il mondo, lui, ama vederlo così. Frank Chamizo è in testa al …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *