Home / Eventi / Altri Eventi / CANAVESE. Riaprono i castelli e i tour per visitarli
Il Castello di Masino

CANAVESE. Riaprono i castelli e i tour per visitarli

Da Caravino a Ciriè, passando per Foglizzo e Montanaro.

Sono molteplici i castelli e le dimore storiche presenti sul territorio canavesano. Luoghi spesso poco conosciuti che conservano un fascino antico, legato a storie, intrighi e passioni e oggi più che mai adatti alla ripartenza. In base alle tendenze attuali, infatti, domina il turismo di prossimità privilegiando gli spostamenti con mezzi propri e scegliendo formule di intrattenimento nel tempo libero all’aria aperta, in luoghi non affollati e spazi incontaminati.

Al via quindi l’VIII edizione dell’iniziativa “Castelli e dimore in provincia di Torino” realizzata dall’ATL Turismo Torino e Provincia con l’obiettivo di promuovere il patrimonio storico-culturale rappresentato dai castelli e dimore storiche del territorio della Città Metropolitana di Torino con la collaborazione dei proprietari dei castelli, dei Comuni coinvolti e, per il Pinerolese, dell’Associazione Dimore Storiche Italiane.

Si parte DOMENICA 28 GIUGNO – nel rispetto delle misure previste dal Decreto del Presidente della Giunta Regionale relativo alle riaperture del Piemonte – e si prosegue DOMENICA 26 LUGLIO, DOMENICA 30 AGOSTO, DOMENICA 27 SETTEMBRE.

I castelli e le dimore storiche coinvolte sono:

CANAVESE

Castello e Parco di Masino a Caravino

Palazzo D’Oria a Ciriè

Castello di Foglizzo

Castello dei Conti Frola di Montanaro

PINEROLESE

Castello di Osasco

Castello di Piobesi

Casa Lajolo a Piossasco

Castello di Miradolo a San Secondo di Pinerolo

Palazzotto Juva a Volvera

COLLINA TORINESE

Giardino delle Erbe Aromatiche di Casa Zuccala a Marentino

Castello di Pralormo

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

VENARIA. Uccide la moglie e si suicida, si stavano separando

Ha ucciso la moglie a colpi di pistola, è tornato a casa e si è …

BRUSASCO. No Tav davanti al carcere di Torino per Dana

Presidio No Tav oggi pomeriggio davanti al carcere di Torino. Circa trecento persone si sono …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *