Home / Torino e Provincia / Caluso / CALUSO. Biometano: pubblicato progetto e integrazioni da Città Metro
il biometano verrà prodotto attraverso la digestione anaerobica del “forsu” (in foto), la frazione organica del rifiuto soldo urbano
il biometano verrà prodotto attraverso la digestione anaerobica del “forsu” (in foto), la frazione organica del rifiuto soldo urbano

CALUSO. Biometano: pubblicato progetto e integrazioni da Città Metro

Ieri 12 agosto Città Metropolitana di Torino ha pubblicato nel proprio sito internet il progetto dell’impianto per la produzione di biometano che dovrebbe sorgere nell’area dell’ex stabilimento Edilias sulla strada fra Chivasso e Mazzè. Insieme al progetto, che era già noto da giugno, sono state pubblicate le “integrazioni” che la società proponente ha depositato in risposta alle richieste di Città Metropolitana.

I cittadini possono inviare le loro “osservazioni” a Città Metropolitana entro il 12 ottobre.

Tutta la documentazione è scaricabile dal sito di Città Metropolitana dal link:

http://www.cittametropolitana.torino.it/cms/ambiente/via/ufficio-deposito-progetti/valutazione-depositati/val328

LE INTEGRAZIONI AL PROGETTO

Le integrazioni al progetto presentate dalla società riguardano soprattutto la normativa urbanistico/edilizia, la realizzazione di un nuovo pozzo non ad uso domestico, e l’adeguamento della viabilità.

Circa quest’ultimo punto, ora la strada è troppo stretta per accogliere il traffico di autocarri al servizio dell’impianto, e anche l’entrata e l’uscita dei mezzi pesanti risulterebbe pericolosa. Per rimediare a questi aspetti critici, la società propone:

  1. a) di allargare a 8,5 metri (due corsie di 3,25 metri e due banchine di 1 metro) la strada nel tratto di 275 metri di fronte all’Edilias;
  2. b) la modifica dell’incrocio: l’innesto tra la provinciale e il sito di realizzazione dell’impianto sarà posizionato

sull’accesso del lotto esistente posto più a nord rispetto a quello usato attualmente;

  1. c) inoltre il nuovo incrocio con la strada provinciale prevede la realizzazione di due corsie per l’immissione nella provinciale e due per l’immissione nella strada di impianto, ognuna con larghezza all’imbocco di almeno 4 metri;
  2. d) tra le corsie saranno disposte isole spartitraffico di tipologia a goccia sagomate;
  3. e) dato il prevedibile incremento di mezzi pesanti sulla strada Provinciale 81, nel tratto tra l’impianto e l’ingresso autostradale sulla A4, la società prevede di realizzare una piazzola di allargamento stradale ogni 400 m circa per permettere il passaggio all’incrocio di autoveicoli con mezzi pesanti;
  4. f) le piazzole andranno a invadere la sede/scarpata del fossato posto a ovest per cui saranno previsti, qualora indispensabili, tombinature del fossato con conseguente posa della fondazione stradale, oppure lo

spostamento del fossato stesso.

Commenti

Blogger: Piero Meaglia

Piero Meaglia
Rosso relativo

Leggi anche

Nosiglia

BORGARO. Caso Elcograf, appello di Nosiglia: “Serve uno sforzo”

“Siamo tutti giustamente contenti per quanto ci è stato comunicato circa la ‘rinascita’ degli stabilimenti …

Chiappero

CASELLE-CIRIÈ. Caso Suarez, Chiappero in procura come persona informata sui fatti

L’avvocato Luigi Chiappero, storico legale della Juve, e la collega Maria Turco sono arrivati in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *