Home / Italia / CALTANISSETTA. Conte in Sicilia: “Pronto il decreto sblocca cantieri”

CALTANISSETTA. Conte in Sicilia: “Pronto il decreto sblocca cantieri”

Giuseppe Conte annuncia con Danilo Toninelli che il decreto sblocca cantieri è quasi pronto e dovrebbe arrivare in cdm la prossima settimana. Il premier parla in Sicilia in occasione del sopralluogo sulla Agrigento – Caltanissetta. Opera che doveva essere ultimata un anno fa, ma i guai finanziari della Cmc di Ravenna e i problemi giudiziari che ne sono scaturiti hanno ridotto la statale 640 a una delle tante incompiute, nonostante un miliardo di investimenti per un progetto nel complesso di 70 Km circa. Dopo cinque mesi di stop scanditi dalle proteste dei lavoratori e delle ditte sub-appaltatrici creditrici ridotte all’osso, lo scorso 28 febbraio il cantiere è ripartito grazie all’Anas che anticiperà le somme per proseguire gli interventi nelle gallerie per 4 Km, le più lunghe della Sicilia e per le quali è stata utilizzata una ‘talpa’ record in Europa. E stamani il premier Giuseppe Conte e il ministro delle Infrastrutture, Danilo Toninelli, si sono recati proprio nel cuore del cantiere, tra Caltanissetta e San Cataldo, per assicurare a operai e imprenditori locali che il governo è impegnato a trovare le soluzioni per velocizzare i lavori. “L’obiettivo è completare l’opera a giugno del 2020”, ha detto Conte dopo essersi riunito, assieme a Toninelli, con lo staff dell’Anas, gli imprenditori coinvolti e i sindacati dei lavoratori. A Roma è stato aperto un tavolo                 al Mise “dove saranno affrontati tutti gli aspetti dell’opera con lo scopo di superare gli ostacoli di qualunque tipo”, ha affermato Toninelli. “Per il governo la Sicilia è tra le priorità se non la priorità assoluta per quanto riguarda le infrastrutture” ha garantito il ministro. “La prossima settimana in Consiglio dei ministri variamo il decreto sblocca cantieri – ha anticipato – con all’interno l’ufficio del commissario per le strade provinciali della Sicilia e che consentirà di sbloccare non un cantiere ma centinaia di cantieri”. E in quest’ottica ha teso la mano al governatore della Sicilia. “Musumeci ci deve dare una mano, non si deve mettere di traverso e sono convinto che ce la darà – ha proseguito il ministro – Nell’istruttoria che stiamo portando avanti ci servono alcuni dati e solo lui ce li può dare”.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

Intesa sanpaolo

MILANO. Intesa, Guzzetti: “Alla lista non manca niente, pronta il 29”

Alla lista delle fondazioni per il Cda di Intesa Sanpaolo “non manca niente”. Lo ha …

ROMA. Italia-Cina: “Con la cultura vinciamo tutti”

“Con la cultura vinciamo tutti”. Piuttosto elegante nel suo completo fumo di Londra con cravatta …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *