Home / Calcio Italia / CALCIO. Un altro passo falso della Juventus, ora si teme per la Champions
allegri
allegri

CALCIO. Un altro passo falso della Juventus, ora si teme per la Champions

Il pareggio casalingo con il Parma, il terzo nel campionato della Juventus, ha fatto affiorare in superficie alcuni problemi schiacciati sul fondo dalle vittorie collezionate in questa prima metà di stagione. Alti e bassi fisiologici per una squadra, anche se colpisce che proprio la Juventus, apparsa inarrestabile nelle precedenti giornate, abbia incassato sei gol in due partite, salutando la Coppa Italia e rallentando la marcia in campionato. “La bravura degli avversari, ma anche la superficialità in alcune situazioni ci sono costati due punti importanti” il bilancio tracciato da Allegri al termine della partita, dopo aver visto la vittoria sfuggire di mano alla Juventus nonostante il doppio vantaggio.
“Registriamo quello che non va ma non buttiamo gli aspetti positivi” ha concluso il tecnico, soddisfatto per la prova della sua squadra, meno per la fase difensiva.
Difficile ricordare una prestazione casalinga della Juventus condita con tre gol ma non con i tre punti: “Questo è il calcio” ha commentato a fine partita Ronaldo, autore della doppietta che gli ha permesso di raggiungere la vetta della classifica marcatori con 17 gol realizzati in campionato. Una prestazione che ha permesso a CR7 di riscattare la prova opaca di Bergamo con l’Atalanta: “Guardiamo avanti e torniamo subito a vincere” ha spronato i suoi il portoghese, pericolo costante per la difesa ducale.
Dopo il pareggio casalingo e in vista della sfida di Reggio Emilia con il Sassuolo, Allegri ha concesso due giorni di riposo ai suoi, apparsi a corto di energie anche per i carichi di lavoro accumulati dopo la pausa in vista del ritorno della Champions. Proprio in chiave europea sarà fondamentale, vista la condizione di Caceres e i problemi palesati da Rugani nonostante il gol, recuperare le due colonne centrali della difesa, Chiellini e Bonucci, per contenere Griezmann, Morata e Diego Costa, i terribili attaccanti dell’Atletico. Il tempo non manca, il 20 febbraio è ancora relativamente lontano e le condizioni dei due difensori alimentano le speranze di Allegri di recuperarli in tempo per la sfida del Wanda Metropolitano di Madrid. Prima però ci saranno due appuntamenti in campionato da non sottovalutare: il Napoli è tornato a 9 punti, riaprire il campionato nel periodo decisivo in Champions sarebbe un errore imperdonabile per la Juventus.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

CALCIO. La Nazionale Italiana compie 110 anni

Compie oggi 110 anni, ma non li dimostra. E’ la Nazionale italiana di calcio che, …

Cairo: "Andare oltre il 30 giugno rischia di essere un problema"

Calcio. Cairo: “Andare oltre il 30 giugno rischia di essere un problema”

“Giusto salvare coppe e campionati, però andare oltre il 30 giugno rischia di essere un …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *