Home / Sport / Calcio / CALCIO. Taraschi e Sampò, la Pro Settimo & Eureka prende forma
Pierpaolo Taraschi passa dal Caselle alla Pro Settimo

CALCIO. Taraschi e Sampò, la Pro Settimo & Eureka prende forma

Dopo le conferme arrivano anche i primi acquisti ufficiali. Il nuovo corso della Pro Settimo & Eureka targato Scola-Tosoni comincia lentamente a prendere forma. L’allenatore e il direttore sportivo si sono buttati a capofitto per lavorare alla costruzione di un organico che dovrà cercare di difendersi con onore ancora in Serie D. Per farlo serviva innanzitutto l’esperienza di chi la categoria la conosce bene; ecco spiegate le conferme di Gaudio Pucci, Parisi, Piotto, Marangone, Carluccio, Celano, Spoto e (forse) Vasario. Una buona base di partenza alla quale in settimana si sono aggiunti Pierpaolo Taraschi e Gabriele Sampò. Il primo è un centrocampista esterno classe ‘91, arriva dal Caselle ma è cresciuto nelle giovanili del Toro prima di compiere il salto tra i professionisti (Spal e Casale), mentre il secondo è un difensore centrale, anch’egli cresciuto nel settore giovanile del Toro per poi passare al Gozzano e al Chieri dove ha militato sino alla stagione appena conclusa. Due innesti di assoluto valore per la categoria che però non sono sufficienti per completare la rosa. «Stiamo valutando attentamente la situazione – commenta il ds Tosoni -, non ho mai ricevuto tante telefonate di giocatori in cerca di squadra come in questo periodo. In questi anni, però, sono stati abituati a certe cifre  che adesso non è più possibile garantire, quindi o ci si adegua oppure grazie e arrivederci…». Il riferimento, neanche troppo velato, è rivolto a Fabio Pasquero, fantasista in uscita dal Chieri che attualmente pare essere un lusso che la Pro Settimo non può proprio permettersi. Ecco che allora bisogna abbassare il tiro e puntare su prospetti giovani e meno cari. Se da un lato ad essere esose sono le richieste dei giocatori, dall’altro ci si mettono le società. È il caso di Diop, attaccante classe 1991 che la Pro Settimo ha opzionato a patto che il Brandizzo (società che detiene il cartellino e che non naviga certo in acque tranquille, ndr) lo faccia arrivare in prestito senza voler a tutti i costi monetizzare sulle sue indiscusse qualità. «Il ragazzo sarebbe disposto a venire e potremmo dargli l’opportunità di disputare la Serie D – conferma Tosoni -. Per noi sarebbe una scommessa e potrebbe esserlo anche per il Brandizzo se lo lasciasse venire». La trattativa dovrebbe proseguire, ma nel frattempo il ds sta sondando il terreno per reperire ancora due difensori centrali e due centrocampisti. I primi nomi finiti sul taccuino di Tosoni sono quelli di Marco Mosca (‘96 del Caselle) e Vincenzo Visciglia, ‘91 in uscita dallo Sporting Bellinzago. «Io non ho fretta – tiene a precisare il ds blucerchiato -. Ci sono più giocatori che palloni, quindi basta aspettare». Questa la filosofia che regna in casa Pro Settimo, dove sono convinti di riuscire a costruire una buona squadra aspettando le occasioni giuste e, soprattutto, senza fare follie. La strada è tracciata e non resta che aspettare l’evolversi del mercato fino al 27 luglio, giorno del ritiro della Pro & Eureka che con ogni probabilità verrà svolto a San Raffaele Cimena sui campi del Gassino.

 

Commenti

Blogger: Gabriele Rossetti

Avatar

Leggi anche

Mossino eletto Componente del Consiglio Direttivo della Divisione Calcio Paralimpico e Sperimentale della FIGC

CALCIO. Christian Mossino eletto Componente del Consiglio Direttivo della Divisione Calcio Paralimpico e Sperimentale della FIGC

Il Consiglio Federale della FIGC ha eletto Franco Carraro, Elisabetta Scorcu, Rebecca Corsi, Pietro Lodi, …

Ciclovia Brandizzo-Settimo, parla il vicesindaco Barbera

Ciclovia Brandizzo-Settimo, parla il vicesindaco Barbera Abbiamo pubblicato su questo blog le immagini e la …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *