Home / Calcio Italia / CALCIO. Show Genoa; rimonta con Cerci, poi decide Rigoni

CALCIO. Show Genoa; rimonta con Cerci, poi decide Rigoni

Emozioni senza fine al Ferraris con il Genoa che batte 3-2 il Torino e conquista il secondo successo consecutivo. E’ una vittoria in rimonta, che vale la salvezza, per il Genoa che compie una vera e propria impresa recuperando il doppio svantaggio iniziale. Il Torino getta al vento una gara che sembrava già vinta grazie alla doppietta iniziale di Immobile. Ma la squadra granata ha subito la grinta dei padroni di casa e i cambi tattici di Gasperini, che aveva iniziato la gara sorprendendo tutti con Gabriel Silva titolare a centrocampo e Laxalt esterno d’attacco in un tridente completato da Pandev e Cerci. Ventura risponde con la coppia Immobile, ex fischiatissimo, e Belotti.
Proprio Immobile si prende subito la personale rivincita già al 4′ chiudendo in rete un triangolo con Belotti in piena area.
Il Genoa non sembra accusarer il colpo, e si lancia subito in avanti per cercare di raddrizzare la gara ma riesce a conquistare solo angoli infruttuosi. Il Torino da par suo cerca di sfruttare in velocità gli spazi e ci riesce benissimo, tanto che al 15′ raddoppia ancora con Immobile che, servito da Acquah, brucia sullo scatto De Maio e batte Perin da posizione dubbia.
Gasperini corre ai ripari invertendo le posizioni di Gabriel Silva e Laxalt, e il Genoa trova maggiore equilibrio. La gara è spettacolare perché il Genoa non solo non si arrende ma risponde subito grazie ad Alessio Cerci che trasforma un rigore assegnato per un netto fallo su Ansaldi di Molinaro al 20′. Ne nasce una gara dai ritmi altissimi con i padroni di casa che dopo aver accorciato cercano con foga il pareggio. Prima Izzo, fermato in area con le maniere forti poi Gabriel Silva, tiro di poco a lato, fanno venire i brividi al Torino.
Al 27′ il Ferraris esplode per una decisione dubbia di Doveri: Peres atterra da dietro in area Pandev ormai solo davanti a Padelli ma l’arbitro fa segno di continuare tra le proteste di giocatori e tifosi. Il Torino cerca di controllare la gara, il Genoa di sfruttare la velocità di Cerci che alla mezz’ora in contropiede scarta anche Padelli ma si fa respingere il tiro da Moretti. La pressione del Genoa porta i rossoblù a conquistare però il pareggio ancora su rigore. Corner dei rossoblù in pieno recupero, Acquah si aggrappa a Izzo proprio sotto gli occhi dell’arbitro, rigore che Cerci non sbaglia per quello che appare ormai come una sfida personale tra i due ex gemelli del gol granata.
Dopo un primo tempo giocato a velocità impossibile le due squadre iniziano la ripresa con ritmi ben diversi tanto che le prime vere azioni arrivano solo al quarto d’ora. Al 20′ i padroni di casa completano la rimonta passando in vantaggio con Rigoni che sfrutta una punizione in area di Suso, sorprendendo la difesa del Torino e di testa battendo Padelli. La stanchezza inizia a farsi sentire e le squadre si allungano ma è il Genoa a rendersi pericoloso con Suso prima e con Pandev poi. In area rossoblù è Vives a provarci di testa ma Perin è attento e blocca. Il portiere del Genoa nel finale si supera poi su un tiro di Acquah volando a deviare in angolo. Padelli però non è da meno salvando su Suso. A nulla vale per gli ospiti il tentativo d’assedio finale.

Commenti

Blogger: Andrea Bucci

Andrea Bucci
Minuto per minuto

Leggi anche

CALCIO. Juve sogna allungo, rosa Sarri torna ricca

Finalmente Sarri avrà la rosa al completo, con l’eccezione di Chiellini, per il nuovo ciclo …

CALCIO. La Juve riaccende la Serie A da regina, Ronaldo il faro

Un vero e proprio tour de force attende la Juventus al rientro dalla sosta per …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *