Home / Sport / Calcio / Calcio. Seconda Categoria. La Vischese espugna Sciolze solo nel finale

Calcio. Seconda Categoria. La Vischese espugna Sciolze solo nel finale

Se è vero che le palle inattive nel calcio di oggi fanno la differenza il match tra Sciolze e La Vischese ne è la conferma. Ai collinari non basta un prova generosa e decisamente più pimpante rispetto alla capolista per uscire dal campo con un risultato positivo che sarebbe stato più che meritato. I vischesi, opachi per larghi tratti del match e poco precisi in molte zone del campo, sono invece stati letali nei minuti finali schiantando lo Sciolze proprio grazie a due calci piazzati quando ormai il pareggio sembrava il risultato più scontato. Ma sul successo della prima della classe c’è lo zampino (anzi, le manone) di Mautino che nel finale ha compiuto un clamoroso doppio miracolo su Bini. All’8’ la prima svolta del match. La difesa orange non riesce a ricacciare lontano un pallone che ballonzola all’interno dell’area e Zarantonello interviene fallosamente su Sardella provocando il penalty che Mendo non sbaglia. Lo Sciolze è eccessivamente nervoso e la capolista sembra avere la strada spianata. Sardella al 20’ si accentra dalla destra e il suo fendente mancino sporcato da una deviazione mette in affanno Cavassa. Col passare dei minuti i padroni di casa cominciano a prendere campo trascinati da un Cavazzi che tiene in allerta la retroguardia vischese con la sua imprevedibilità. Proprio Cavazzi al 26’ va via bene sulla sinistra e centra un pallone d’oro che Zarantonello spedisce sciaguratamente sul fondo. La Vischese non punge e al 40’ arriva il meritato pareggio collinare. Zarantonello si fa perdonare l’errore sotto porta con un assist al bacio dalla sinistra che Cavazzi finalizza con uno spettacolare destro al volo che incenerisce Mautino. Al rientro dagli spogliatoi è ancora lo Sciolze a farsi preferire per una maggior intensità e per qualche iniziativa del duo Zarantonello-Cavazzi che mandano in crisi i vischesi. La squadra di Stefano Sasso è lunga e sfilacciata con Ghiglione e Mendo stretti da Arcaro, Pasquero e Orlando che non concedono uno spillo. Sull’altro fronte Cavazzi è incontenibile e da un suo spunto nasce l’azione più contestata del match con un galeotto tocco di mano in area azulgrana. Ancora Cavazzi protagonista quando in rapida sequenza coglie il palo direttamente dalla bandierina e poi vede una sua conclusione dal limite murata dalla difesa ospite. La Vischese regge, ma non riesce a ripartire. Poi un contatto tra Zarantonello e Sardella genera il calcio di punizione che La Pira trasforma nel 2-1 con una traiettoria lenta, ma precisa che si spegne all’incrocio dei pali. Il finale è palpitante. Al 90’ Pasquero pennella dalla destra un pallone che Bini (lasciato inspiegabilmente solo al limite dell’area piccola) incorna a botta sicura trovando il prodigioso riflesso di Mautino che si ripete con l’aiuto del palo sul tentativo di tap-in dello stesso Bini. Lo Sciolze alza bandiera bianca e in pieno recupero Enrico sigilla il 3-1 ancora su calcio piazzato. La Vischese vince e resta a +3 sulle Torri Biellesi. Lo Sciolze mastica amaro e a fine partita riceve addirittura le scude del direttore di gara (!).

Commenti

Blogger: Roberto Vannicola

Roberto Vannicola
Cinque, Cinque, Cinque

Leggi anche

VOLLEY. Chirichella e compagne sono pronte per l’esordio all’Europeo contro il Portogallo

Mancano meno di ventiquattro ore all’esordio dell’Italvolley nel Campionato Europeo femminile 2019 che si svolgerà …

TOKYO 2020. Mornati in Giappone per il Seminario dei Capi Missione in vista dei Giochi Olimpici

Tokyo fa il conto alla rovescia in vista dei Giochi Olimpici. La capitale giapponese ha …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *