Home / Calcio Italia / CALCIO. Sarri: “Contro la Fiorentina la Juve non meritava di vincere”
AJuve, tre punti conquistati, un passo in avanti per l'energia profusa, il ritorno di Chiellini. Il bilancio è positivo per la Juventus
MAURIZIO SARRI

CALCIO. Sarri: “Contro la Fiorentina la Juve non meritava di vincere”

Finisce 0-0 il big-match della terza giornata tra Fiorentina e Juventus. Buona la prestazione dei viola, in casa Juve tre cambi obbligati a causa degli infortuni a Douglas Costa, Pjanic e Danilo. “Non avremmo meritato di vincere questa partita”, ha detto Maurizio Sarri, a fine partita. Tra i problemi dei bianconeri, ha spiegato l’allenatore, “il caldo e i cambi obbligati”. Sugli infortunati “la sensazione è che Douglas Costa abbia un problema di entità superiore rispetto a Pjanic. Danilo è recuperabile, Pjanic è comunque da valutare, mentre Douglas Costa, a sensazione, resterà fuori qualche partita”. Sarri ha sottolineato la buona partita della Fiorentina che ci “veniva a prendere, rendendo difficile l’uscita palla al piede”. In zona mista ha parlato il centrocampista dei bianconeri Rodrigo Bentancur. “Abbiamo ottenuto un punto importante, oggi abbiamo visto una brutta Juventus – ha detto -. Abbiamo sofferto sulle fasce, loro sono stati molto bravi. Dobbiamo abituarci ancora al gioco di Sarri, ma siamo sulla strada giusta. Ora vogliamo vincere a Madrid”. Contento il presidente della Fiorentina, Rocco Commisso (che si è complimentato con la squadra negli spogliatoi). “E’ stata una bellissima partita – ha affermato -. I ragazzi hanno messo il cuore”. Secondo Commisso, Chiesa e Castrovilli “sono stati fenomenali” e Ribery “ha giocato meglio di Ronaldo”. Lo stesso attaccante francese, ha dichiarato che “la Fiorentina ha giocato bene, con buona mentalità, coraggio e cuore”. Dal canto suo l’allenatore della Fiorentina, Vincenzo Montella, si è detto “orgoglioso” della squadra, soffermandosi poi sulla prestazione di Gaetano Castrovili: “Se col tempo – ha osservato, a Sky – riuscirà a fare qualche gol avremo il degno erede di Antognoni”, mentre Ribery “ha giocato una partita sontuosa come atteggiamento e qualità”. Complimenti a tecnico e squadra sono infine arrivati dal ds dei viola Daniele Pradè: “Abbiamo messo sotto la squadra più forte d’Italia”, ha sottolineato. Da segnalare infine che, durante il 13′, lo stadio Franchi ha ricordato, come ogni volta che la Fiorentina gioca in casa, Davide Astori: gli applausi sono arrivati anche dal settore riservato ai tifosi della Juventus.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

CALCIO. La Nazionale Italiana compie 110 anni

Compie oggi 110 anni, ma non li dimostra. E’ la Nazionale italiana di calcio che, …

Cairo: "Andare oltre il 30 giugno rischia di essere un problema"

Calcio. Cairo: “Andare oltre il 30 giugno rischia di essere un problema”

“Giusto salvare coppe e campionati, però andare oltre il 30 giugno rischia di essere un …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *