Home / Sport / Calcio / Calcio. Promozione. La Rivarolese ha in testa qualcosa di grande…

Calcio. Promozione. La Rivarolese ha in testa qualcosa di grande…

Aquattro giornate dalla fine si riapre inaspettat1mente il campionato. La Rivarolese cala il tris sul campo del Settimo con una prestazione autoritaria e con la contemporanea sconfitta del Rivoli con il Volpiano torna a -2 dalla capolista. Una vittoria meritata quella ottenuta dalla squadra di Roberto Berta che ha visto spianata la strada verso i tre punti dalla concessione di due calci di rigore a favore e dall’ingenua espulsione di Celozzi dopo mezzora che ha costretto i settimesi in dieci per un’ora. E dire che le prime battute sembravano sorridere alla banda di Massimo Pairotto. Pantaleo accende la miccia dopo 2’ con un lancio che premia il taglio di Jouini dalla sinistra e Gillone è provvidenziale in uscita. Settimo che spinge con Emanuel e Jouini intraprendente e Rivarolese che fatica nell’uscire dal guscio. Match ruvido con il direttore di gara che sventola sin dalle prime battute camomilla a ripetizione. Le violette non pungono negli ultimi sedici metri e ospiti che iniziano ad a prendere metri. Al 25’ un mano galeotta di Celozzi in area è punita con il penalty che Le Pera trasforma centrando l’angolino alla destra di Pascarella. Settimesi che si innervosiscono più del lecito e alla mezzora Querio libera Parla in area, Pascarella chiude lo specchio in uscita e dal flipper che si genera tra Chiumente e Celozzi ne viene fuori un secondo tocco di mani sanzionato nuovamente con il calcio di rigore. Il centrale viola perde la testa e si lascia andare ad una protesta sanzionata con il secondo giallo e il conseguente rosso. Settimo in dieci e sotto di due gol perchè dal dischetto Le Pera cambia angolo e spiazza Pascarella. La Rivarolese si ritrova padrona assoluta della contesa e prima dell’intervallo si permette il lusso di divorarsi lo 0-3 con un pallonetto di Gazzetta che coglie la traversa e soprattutto con il tap-in a porta vuota di Parla che da zero metri spacca la traversa. Dopo l’intervallo la partita continua ad essere gestita dalla Rivarolese seppur con un po’ di confusione. Parla fa subito i conti con il piedone di Pascarella, mentre i padroni di casa fanno solo il solletico a Gillone. Il neo entrato Grosso regala una palla d’oro a Parla che proprio non ne vuole sapere di vincere il duello con Pascarella. I protagonisti del tris granata che chiude i conti sono sempre gli stessi con l’aggiunta di Puddu che sulla sinistra fa quello che vuole, appoggia al centro per Parla che si fa sbarrare la strada ancora da Pascarella, ma Grosso è lesto per il tap-in. Finale il souplesse per la Rivarolese che sfiora il poker con un bolide di Querio (gran risposta di Pascarella) e torna a strizzare l’occhio a qualcosa di grande.

Commenti

Blogger: Roberto Vannicola

Roberto Vannicola
Cinque, Cinque, Cinque

Leggi anche

NUOTO. Europei 25 m; trionfo Quadarella, Caramignoli 3/a

Non delude le attese Simona Quadarella che conquista l’oro negli 800 stile libero agli Europei …

SCI ALPINO. Gli slalomisti azzurri si allenano in Val d’Isere

Venerdì 6 dicembre tornerà la Coppa del mondo di sci alpino con una tre giorni …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *