Home / Sport / Calcio / CALCIO. Promozione: il Settimo non sfonda ed è raggiunto in vetta
Il mister del Settimo Telesca
Il mister del Settimo Telesca

CALCIO. Promozione: il Settimo non sfonda ed è raggiunto in vetta

«La peggiore prestazione della stagione, non salvo nessuno se non i ‘96 Di Bella e Barbati». Salvatore Telesca commenta così il deludente 0-0 del suo Settimo contro il Mathi Lanzese e non nasconde minimamente il disappunto al termine di una partita che complica la situazione delle violette, raggiunte in vetta da un lanciatissimo PontDonnaz HoneArnad che da gennaio ad oggi ha azzerato il distacco nei confronti del Settimo di 8 lunghezze. E proprio al 18 gennaio scorso risale l’ultima vittoria casalinga delle violette (3-1 con la Pro Collegno): dopo di che quattro pareggi con appena un gol all’attivo. Briciole, rispetto a quanto prodotto nel girone d’andata dai viola che nelle utlime settimane hanno perso brillantezza in particolare nella zona offensiva e in fase di costruzione. «È un problema di testa – dice Telesca -, piuttosto che fisico. Non vedo quella voglia e cattiveria di un tempo ed è l’unica giustificazione che posso dare. A livello fisico stiamo bene e lo abbiamo dimostrato ad esempio negli ultimi due confronti di Coppa con il Lascaris, vinti con un totale di 5-0». Se in Coppa il Settimo vola, in campionato fa invece più fatica e anche contro il Mathi Lanzese, in corsa per i playoff e reduce da quattro risultati utili consecutivi, se ne è avuta la conferma. L’incontro (disputato sul neutro del Victoria Ivest a causa delle pessime condizioni del terreno di gioco del “Levi”, ndr) non rimarrà certo negli annali della storia del calcio per intensità e spettacolo. Tutt’altro. Pur non rischiando mai nulla le violette latitano in mezzo al campo, non trovando gli spazi per offendere i canavesani, i quali si difendono in maniera ordinata. La prima frazione passa dunque agli archivi in sordina chiudendosi con un tiro strozzato di Padoan a tu per tu con Cuppone. Anche la ripresa è sottotono da ambo le parti, ma se il Mathi può accontentarsi del pari, il Settimo deve invece cercare i tre punti per tenere a distanza le inseguitrici. Tutto vano, così come i tentativi di Fassari che non cambiano l’inerzia del match e consegnano al campionato un Settimo più fragile. «Dobbiamo lavorare sulla testa e fare gruppo – chiosa Telesca -. Ci restano 5 partite da affrontare al meglio, con la consapevolezza che non avremo più altra possibilità che la vittoria. Sarà un mese lungo e intenso e se gli altri saranno più bravi di noi vorrà dire che lo avranno meritato».
SETTIMO-MATHI LANZESE  0-0
SETTIMO: Marcaccini, Di Bella, Picollo, Chiumente, Bava (33′ st Viola), Zanellato, Schiavone (43′ st Patrone), Barbati, Padoan, Fassari, D’Alessandro (43′ st Borrello). A disp. Giancotti, Valenti, Rubino, Tomasicchio. All. Telesca.
MATHI LANZESE: Cuppone, Borla, Machetta, Macario, Lamberti, Delfino, Trussardi, Magneti, Monteleone, Boscolo, Franzoso. A disp. Di Gilio, Giors, Rotariu, Spinardi, Bruschi, Lenti. All. Demana (Romagnino squalificato).
ARBITRO: Costa di Novara.
NOTE: ammoniti Trussardi, Barbati, Chiumente, Magnetti.

 

Commenti

Blogger: Gabriele Rossetti

Avatar

Leggi anche

SETTIMO. Il Festival dell’Innovazione conclude con amore e crimine

I comportamenti umani si possono prevedere e simulare. Ne hanno discusso Giulia Andrighetto del CNR …

SETTIMO. Il teatro ci riprova di domenica con i “Battiti” dei nostri tempi

Lo spettacolo non vuole fermarsi, pur minacciato dagli spettri di un lockdown-bis. Lunedì 13 ottobre …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *