Home / Sport / Calcio / Calcio. Prima Categoria. Girone C. Il Venaria è campione d’inverno

Calcio. Prima Categoria. Girone C. Il Venaria è campione d’inverno

Caselle tramortito e titolo d’inverno messo in tasca con una giornata si anticipo. Il Venaria si regala la domenica perfetta vincendo lo scontro diretto e dando un segnale forte al campionato. La truppa di Giovanni Pasquale e Mario Gentile non perdona nemmeno nella partitissima, ma sa di aver vinto solo una battaglia (seppur molto importante) e che la strada verso la gloria è ancora lunga e irta di ostacoli. I rossoneri masticano amaro, ma hanno dimostrato di potersela giocare alla pari fino alla fine. La capolista prova subito a spingere sull’acceleratore e a gestire la partita. I rossoneri sono sempre in ritardo nel bloccare l fonti di gioco dei cervotti. Porrone e Palomba tra le linee hanno sempre troppa libertà di azione e creano sovente la superiorità numerica. Dosio al 7’ indovina il corridoio giusto per il taglio di Dibari alle spalle di Alestra e Guelfo e il sinistro incrociato del bomber pur non essendo pulito non perdona Leone e si spegne nell’angolino. Le accelerazioni e il movimento costante di Dosio che si accentra dalla sinistra fanno male. Al 17’ grande azione personale di Mezzela che dalla destra taglia tutto il campo palla al piede prima di sparare sul fondo. Una punizione di Gaetano Alestra II neutralizzata con un balzo plastico da Celozzi poco prima della mezzora è l’unico sussulto aeroportuale della prima frazione di gioco. Il Venaria controlla la gara permettendosi anche il lusso di gestire in maniera un pò troppo leziosa e rischiosa un paio di palloni in fase di impostazione al limite della propria area. Il pressing del Caselle è infatti troppo approssimativo e privo di intensità per poter mettere realmente in difficoltà gli arancioverdi tanto che Celozzi ha sempre spazio e tranquillità quando nel far ripartire l’azione. Prima del riposo Di Muro perde anche Gianinetto, out per un problema ad un ginocchio che rischia di essere pesante. Alla ripresa del gioco il Caselle prova ad alzare baricentro e ritmo. Dopo una svirgolata di Dibari in piena area, Palma gira sul fondo una sponda di Damiani. Il Venaria resta sul pezzo e una percussione di Vasario sulla sinistra regala un pallone d’oro a Napoli che spara al volo di sinistro sui piedi di Leone. I rossoneri provano in ogni modo a rimettere in piedi la gara, ma sprecano la miglior occasione con capitan Alestra che di testa non inquadra la porta. Nel momento migliore degli ospiti Dibari spacca definitivamente la partita. Prima propizia il secondo giallo e la conseguente espulsione di Bussi. Poi con una giocata sontuosa spalle alla porta manda in porta Dosio che davanti a Leone non sbaglia. Venaria in estasi e Caselle al tappeto. Vasario spreca subito l’occasione del tris facendosi ipnotizzare da Leone. Dopo il rosso a Gaetano Alestra II gli arancioverdi provano a complicarsi la al 90’ quando Palma da posizione impossibile beffa un addormentato Celozzi sul primo palo. L’impasse dei cervotti dura poco perchè Napoli chiude i conti in contropiede.

Commenti

Blogger: Roberto Vannicola

Roberto Vannicola
Cinque, Cinque, Cinque

Leggi anche

Calcio. Eccellenza. Il Borgaro Nobis si rilancia, La Pianese sente odore di playoff

Dopo un periodo non certo brillante il Borgaro Nobis torna ad assaporare gusto dei punti. …

Calcio. Promozione. Girone B. Piroli-Padoan: il Settimo vince e torna secondo

Dopo il mezzo passo falso casalingo con l’Esperanza, il Settimo torna a ruggire andando ad …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *