Home / Sport / Calcio / Calcio. Prima Categoria. Girone B. Dischetto “maledetto”: La Chivasso paga ancora dazio

Calcio. Prima Categoria. Girone B. Dischetto “maledetto”: La Chivasso paga ancora dazio

Un’altra domenica da mangiarsi le mani. La Chivasso gioca, lo Stay O Party vince. E’ lo spot emblematico della sfida tra biancorossi e casalesi. Se già la stagione era diventata turbolenta per via delle note vicende societarie, i biancorossi ci stanno mettendo del loro per complicarsi non poco la vita. Su 4 rigori concessi alla squadra di Francesco Parisi tutti e 4 sono stati sbagliati. Undici metri “maledetti” che al momento costano ai chivassesi punti pesanti e li relegano in piena zona playout. Il gol che ha deciso la partita non poteva poi che arrivare dal dischetto per completare un’atroce beffa. La prestazione dei padroni di casa è stata buona dal punto di vista dell’intensità e dell’abnegazione, ma continua a sentirsi maledettemente la mancanza di un un vero uomo d’area. Il generoso pressing biancorosso costringe lo Stay O Party a rimanere rintanato nella propria metà campo. Trusciglio pilota un centrocampo prodigo di gioco con i continui inserimenti di Rosso e il dinamismo di Rasconà, ma povero di fantasia nonostante le consuete scorribande di Simondi sulla sinistra. La perseveranza dei padroni di casa nell’assumere l’iniziativa e cercare la via della rete stride con la sterilità offensiva: Di Marco, Varacalli e Stroppiana corrono tanto, ma non tirano mai in porta. Per mezzora Favarin non è mai chiamato in causa. Poi al 31’ Simondi ingaggia un duello sulla linea di fondo con Ravagnani, lo supera e lo costringe al fallo da rigore. Sul dischetto si presenta Rosso che calcia troppo centralmente e il portiere casalese (già lanciatosi alla sua sinistra) ha il guizzo giusto per ribattere con il ginocchio. Un errore che fa spegnere un po’ la miccia biancorossa e per poco lo Stay O Party non punisce subito con la capocciata quasi a colpo sicuro di Correzzola che finisce oltre la traversa. Dopo il riposo La Chivasso è sempre padrone della contesa, ma con meno vigore e grinta. Gli ospiti non soffrono mai e si fanno un po’ più intraprendenti. Un bel piazzato di Trusciglio che fa la barba al palo (62’) avvia una fase di stanca di una sfida che si decide a meno di un quarto d’ora dal termine. In una concitata mischia in area con la palla che ballonzola a due passi dalla porta biancorossa, Longhin esce a valanga nel mucchio e colpisce Micillo: rigore. Dagli undici metri si presenta lo stesso Micillo che angola quanto basta per negare a Longhin la gioia del miracolo. Stay O Party in vantaggio con il minimo sforzo. La reazione del La Chivasso è tutta in una punizione di Stroppiana che sorvola di un niente il sette. Scoramento e delusione a fine partita in casa biancorossa, ma la panchina di Francesco Parisi rimane al momento salda.

Commenti

Blogger: Roberto Vannicola

Roberto Vannicola
Cinque, Cinque, Cinque

Leggi anche

NUOTO. Festa grande Italia, Pellegrini d’argento nei 200

Federica Pellegrini continua a scrivere il suo libro da fuoriclasse assoluta e conquista l’argento nei …

polfer

CHIVASSO. Furti rame su tratte Fs, tre denunce in Piemonte

Diciannove ispezioni, 62 persone controllate, tre denunce. Sono i numeri del settore piemontese di Oro …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *