Home / Calcio Italia / CALCIO. Juventus; sollievo Pjanic, stop solo con il Genoa
Miralem Pjanic

CALCIO. Juventus; sollievo Pjanic, stop solo con il Genoa

Nessun guaio serio per Miralem Pjanic: gli esami hanno escluso lesioni muscolari. Maurizio Sarri può così tirare un sospiro di sollievo: il centrocampista bianconero dovrà saltare solo Juve-Genoa di mercoledì sera e quasi sicuramente sarà pronto per il derby con il Torino di sabato sera. Contro i liguri il candidato numero uno alla sostituzione di Pjanic è l’uruguaiano Bentancur, che qualche giorno fa, quasi come una premonizione, aveva ricevuto l’investitura di Sarri: “Può sostituire Miralem in caso di necessità, ha le caratteristiche giuste anche se gli manca esperienza, ma sa adattarsi”. Contro il Genoa torneranno sia Matuidi che Ronaldo, in corsa per il sesto Pallone d’oro della sua carriera. La sua assenza contro il Lecce ha pesato sul risultato finale, in un match in cui la Juve ha creato ma non concretizzato: “Resto in partita fino al novantesimo – ha spiegato CR7 nell’intervista a France Football, analizzando il dato che gli ha visto segnare 165 dei 701 gol totali nell’ultimo quarto d’ora di partita -. Non è solo una questione mentale ma anche fisica riuscire a segnare a fine partita, quando conta. Dipendesse da me, non giocherei che partite importanti, quelle della nazionale e della Champions. Sono quel tipo di gare che mi motivano, perché c’è interesse, un ambiente difficile, pressione. Poi è chiaro che bisogna essere professionisti ogni giorno per rispetto della tua famiglia e del club che rappresenti e che ti paga per questo”. L’obiettivo con i rossoblù di Thiago Motta è tornare subito all’abitudine dei 3 punti dopo il pareggio con il Lecce: “Sarà una gara dura, tosta, ma dobbiamo vincere – taglia corto Alex Sandro, 11 presenze in stagione tra campionato e Champions, secondo per minutaggio dopo capitan Bonucci -. Questi tre punti sono fondamentali per il campionato. Ci sono tante squadre in corsa che possono metterci in difficoltà per lo scudetto, Napoli e Inter possono arrivare fino alla fine a lottare con noi”. Probabile la conferma al centro della difesa di Bonucci, sempre in campo in questo inizio di stagione, e di de Ligt: “Io non lo vedo in difficoltà – prosegue Alex Sandro -, ma, al contrario, in crescita. É fortissimo e gioco bene al suo fianco. Certo, noi giocatori esperti dobbiamo trasmettere ai nuovi un po’ di esperienza e tranquillità, ma sono sicuro che farà meglio ogni partita: è importante per la squadra”.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

CALCIO. La Nazionale Italiana compie 110 anni

Compie oggi 110 anni, ma non li dimostra. E’ la Nazionale italiana di calcio che, …

Cairo: "Andare oltre il 30 giugno rischia di essere un problema"

Calcio. Cairo: “Andare oltre il 30 giugno rischia di essere un problema”

“Giusto salvare coppe e campionati, però andare oltre il 30 giugno rischia di essere un …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *