Home / Calcio Italia / CALCIO. Juventus, a Doha uno spot per il calcio italiano

CALCIO. Juventus, a Doha uno spot per il calcio italiano

Per la Supercoppa, ma anche per far fare bella figura al calcio italiano: è con questo spirito che la Juventus affronta domani sera il Napoli nella partita valida per la Supercoppa italiana. Lo hanno detto sia il tecnico, Massimiliano Allegri, sia Gianluigi Buffon, consapevoli che contro il Napoli sarà partita vera “che può essere uno spot per il calcio italiano”.

“Il Napoli – ha detto Buffon – fa parte delle top ten d’Europa se c’è da giocare una sfida secca. Lo ha dimostrato in Europa League in questa stagione e in Champions lo scorso anno.

Per qualità degli uomini e organizzazione di gioco, abbiamo la medesima filosofia, ovvero imporre il gioco, anche se con schieramenti tattici diversi. Ognuno cercherà di mettere in campo le proprie armi e in una gara singola il Napoli ne ha quante noi”. La Juve “vuole” la Supercoppa tanto quanto il Napoli. Per questo giocherà senza particolari tatticismi, e potrebbe derivarne una bella partita, “uno spot per il calcio italiano”.

“Noi vogliamo vincere per chiudere un cerchio aperto con lo scudetto dello scorso anno – ha aggiunto -. La fame non può mancare in una partita secca, non è un percorso lungo in cui in determinati momenti possono venire meno le motivazioni”.

Anche per questo Allegri non ha voluto anticipare la formazione, ma è scontato che manderà in campo la squadra migliore. “Non possiamo sbagliare, e abbiamo grande rispetto del Napoli. In una gara secca quella di Benitez è una squadra molto difficile da affrontare. Giocano con quattro uomini offensivi e se trovano spazio sanno mettere in risalto le loro qualità. È una squadra ben organizzata e se gioca senza sbavature è dura da battere, quindi servirà una partita di intensità”.

E’ probabile che la Juventus si affidi ancora una volta a Tevez. Al riguardo, però, Allegri è stato vago: “È un giocatore importante, ma la Juve non dipende da lui. I gol sono stati ben distribuiti, anche se Carlos ne ha segnati dieci, trascinandoci in avvio di stagione con prestazioni straordinarie. Ha bisogno di una pausa come tutti, ma non è stanco. E quella di domani è una gara che si gioca più con la testa e con la tecnica che con le gambe”. In caso Tevez partisse dalla panchina, la Juventus è pronta a schierare Morata, in coppia con Llorente. A centrocampo il ‘rombo’ Pirlo, Pogba, Marchisio, Vidal; in difesa Evra (o Padoin), Bonucci, Chiellini, Lichtsteiner.

Commenti

Blogger: Liborio La Mattina

Liborio La Mattina
Nun Te Reggae Più

Leggi anche

CALCIO. La Nazionale Italiana compie 110 anni

Compie oggi 110 anni, ma non li dimostra. E’ la Nazionale italiana di calcio che, …

Cairo: "Andare oltre il 30 giugno rischia di essere un problema"

Calcio. Cairo: “Andare oltre il 30 giugno rischia di essere un problema”

“Giusto salvare coppe e campionati, però andare oltre il 30 giugno rischia di essere un …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *