Home / Calcio Italia / CALCIO. Juve verso l’Atletico, ma senza Douglas Costa
Douglas Costa, Juventus

CALCIO. Juve verso l’Atletico, ma senza Douglas Costa

La vittoria con l’Atalanta lascia in eredità alla Juventus il primo posto in classifica, ma anche qualche problema fisico di troppo, che complica l’avvicinamento alla sfida con l’Atletico Madrid. La peggior notizia per Maurizio Sarri, rinfrancato dal carattere mostrato dalla squadra a bergamo, arriva da Douglas Costa, l’eroe di Mosca che ha consegnato con il suo gol la qualificazione agli ottavi di finale. Il brasiliano dovrà restare fermo 15 giorni. La buona notizia è invece il recupero di Cristiano Ronaldo. O almeno così sembra, dal momento che ha svolto l’intero allenamento con i compagni.  Per il portoghese, del resto, quella con gli spagnoli è una partita speciale. L’attaccante è acerrimo nemico dei tifosi Colchoneros, che all’andata l’hanno beccato per tutti i 90′, il gesto rivolto proprio ai supporter biancorossi nell’ultima azione della partita, spaventati dalla serpentina del cinque volte Pallone d’oro e dal tiro che poteva valere i tre punti, a testimoniare i rapporti non certo idilliaci.  “Gran carattere, bravi ragazzi”, ha ruggito Ronaldo nel commentare il successo per 3-1 di Bergamo: un messaggio inequivocabile sulla compattezza del gruppo e sulla voglia di tornare del portoghese. Nonostante il ko di Douglas Costa, in attacco c’è comunque abbondanza, visto anche l’ottimo momento di forma di Dybala e Higuain, veri e propri trascinatori nella vittoria in rimonta di Bergamo.  Qualche problema in più, invece, c’è nella metà campo difensiva. All’assenza di Alex Sandro, ancora alle prese con il problema muscolare rimediato in nazionale, si aggiungono le condizioni fisiche di De Ligt, che ha rimediato una lussazione alla spalla destra: l’olandese ha stretto i denti giocando sopra il dolore, oltretutto sfoderando una prestazione sontuosa. Il giorno dopo, quando l’adrenalina è tornata a livelli fisiologici, l’ex Ajax si è limitato a terapie e recupero: anche se non in perfette condizioni fisiche, il biondo centrale potrebbe essere al centro della difesa insieme a Bonucci. Ottimismo anche per Bernardeschi, costretto ieri a uscire dal campo per un trauma all’emitorace destro e tenuto a riposo nella seduta domenicale, dubbi invece per Rabiot, costretto a lavoro differenziato e in forte dubbio per la gran serata di Champions.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

CALCIO. La Nazionale Italiana compie 110 anni

Compie oggi 110 anni, ma non li dimostra. E’ la Nazionale italiana di calcio che, …

Cairo: "Andare oltre il 30 giugno rischia di essere un problema"

Calcio. Cairo: “Andare oltre il 30 giugno rischia di essere un problema”

“Giusto salvare coppe e campionati, però andare oltre il 30 giugno rischia di essere un …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *