Home / Calcio Italia / CALCIO. Juve: torna CR7, ma sembra già perdonato
Cristiano Ronaldo

CALCIO. Juve: torna CR7, ma sembra già perdonato

Cristiano Ronaldo è tornato ad allenarsi con la Juve, dopo la parentesi rigenerante con il Portogallo, ma il chiarimento con Sarri e i compagni, dopo la ‘fuga’ post-sostituzione nel finale di Juventus-Milan, sembra rinviato – sempre se ci sarà – alle prossime ore, quando tutti i bianconeri saranno rientrati alla base. Per il momento, CR7, che oggi alla ‘Continassa’ ha seguito un lavoro leggero, ‘di scarico’, si gode il poker di reti con la Nazionale lusitana, lanciata nella qualificazione all’Europeo del 2020. “Estamos No Euro”, è il messaggio su Instagram del portoghese, che scorre accanto a un gigantesco ’99’, come il numero dei gol segnati da CR7 con la maglia della Nazionale. Il totale personale è arrivato a quota 706, esclusi i campionati giovanili e le amichevoli. Con polemiche e chiacchiere dopo le smorfie all’Allianz Stadium, Ronaldo pensa di avere chiuso il conto dopo Lussemburgo-Portogallo. Ma uno scambio di vedute ci dovrebbe essere, con il suo allenatore e i compagni magari – come si ipotizza – in un momento conviviale, una serata tutti i giocatori insieme prima di Atalanta-Juventus. Ma difficilmente qualche compagno rimprovererà al fuoriclasse portoghese un atteggiamento da primadonna. Ronaldo ritiene di avere già abbondantemente spiegato tutto, confermando, per l’aspetto delle precarie condizioni fisiche, la ricostruzione fatta dal tecnico Maurizio Sarri subito dopo la ‘coraggiosa’ scelta di sostituirlo già al 55′. “Sapete tutti che non amo essere sostituito – ha precisato CR7 – – e nelle ultime tre settimane ho avuto un rendimento limitato, ma ho voluto aiutare la Juventus pur non essendo in perfette condizioni fisiche”. Ora la sostituzione di Ronaldo a Bergamo è entrata anche nelle quote delle società accreditate di scommesse. Sarebbe la terza volta consecutiva, dopo Lokomotiv Mosca e Juve-Milan, il tris sarebbe un record. Difficile che accada, a poco più di una settimana dall’assegnazione del Pallone d’Oro 2019. La sfida contro l’Atalanta è una di quelle partite che Ronaldo non vuole assolutamente perdere. Per mettere a tacere tutti, riprendere a stupire e segnare anche in campionato lo capisco, perché non stavo bene e in quelle due partite (contro Lokomotiv e Milan ndr) non stavo rendendo al 100%”. “Quando c’è da sacrificarsi lo faccio, – ha detto CR7, qualche giorno fa – non mi rimane che tentare di tornare al top della forma nel più breve tempo possibile”. 

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

CALCIO. Juve; coro bianconeri “stiamo uniti e lavoriamo”

La caduta della Juventus all’Olimpico di Roma ha fatto rumore, ben più del primo insuccesso …

Torino Calcio

CALCIO. Toro si risolleva, Fiorentina in piena crisi

Il Torino riprende quota, peggiorando la crisi della Fiorentina, e risponde ai contestatori che prima …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *