Home / Calcio Italia / CALCIO. Juve scivola a Ferrara,festa scudetto rimandata
Allegri

CALCIO. Juve scivola a Ferrara,festa scudetto rimandata

La testa è alla sfida di ritorno dei quarti di Champions con l’Ajax e, vista la posta in gioco, non potrebbe essere altrimenti. La Juventus, con molti big lasciati a riposo, trova al Mazza di Ferrara la seconda sconfitta stagionale. Un passo falso, dopo aver chiuso il primo tempo in vantaggio, che più indolore non potrebbe essere e che ha come unico effetto quello di rimandare la festa scudetto. Ma che lascia alla guastafeste Spal tre punti che valgono oro nella sempre più affollata corsa alla salvezza.
Che la sfida di Ferrara non fosse esattamente in cima alle priorità juventine lo si era capito già guardando la largamente annunciata formazione, con due primavera in campo dal primo minuto e molti big, a cominciare da Cristiano Ronaldo, lasciati a riposo, proprio per preservare tutte le energie possibili in vista del ritorno dei quarti. E d’altronde Allegri lo aveva detto: anche in caso di successo (alla Juve sarebbe bastato un punto) non ci sarebbe stato nemmeno un minuto per festeggiare l’ottavo scudetto consecutivo, impresa mai riuscita in nessuno dei principali campionati europei. E quindi, visto che il tricolore è già saldamente cucito sulle maglie bianconere, alla fine, di questo scivolone non c’è da rammaricarsi troppo.
Eppure, fin dai primi minuti di gara, è stata proprio la Juve a esercitare una discreta supremazia territoriale, pur senza                 riuscire a produrre nitide palle gol, tanto che la prima frazione sarebbe stata talmente priva di occasioni da rete. Se non fosse stato per il giovane talento Kean, ormai molto più che una promessa, che alla mezzora ha sbloccato il punteggio inserendosi abilmente sulla traiettoria di una conclusione velleitaria di Bentancur, spiazzando Viviano che si è fatto trovare impreparato: per lui è il sesto gol in otto partite.
Dall’altra parte, però, c’era una Spal che sapeva benissimo che l’occasione di affrontare una Juve un po’ svagata era troppo ghiotta per lasciarsi sfuggire una vittoria importantissima per la permanenza in serie A. E così, dopo l’intervallo, si è presentata in campo con un piglio decisamente differente. E alla prima occasione ha pareggiato il conto con una perentoria deviazione aerea di Bonifazi che ha sfruttato l’eccessiva libertà che gli ha concesso il giovane Kastanos, sorpreso dall’inserimento dell’avversario.
La Juve con tanti giovani in campo ha faticato a reagire e tornare padrona del match, finendo per concedere anche l’occasione per ribaltare il punteggio agli estensi. Che ne approfittano, con Floccari che ha sorpreso la disattenta difesa bianconera, e trafitto Perin con un calibrato diagonale, fissando il risultato sul definitivo 2-1.
Per i padroni di casa un successo importantissimo in chiave salvezza, per la banda di Allegri un episodio di avvicinamento per una partita che deciderà il valore di una stagione. E anche per una festa scudetto che è soltanto rimandata di qualche giorno.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

Pogba

CALCIO. “Pogba deve chiarire le sue vere intenzioni con il Manchester”

Pogba deve chiarire le sue vere intenzioni con il suo club, il Manchester United, in …

CALCIO. Allegri (Juve): “La ferita della Champions c’è, ma è tempo di far festa”

L’uscita dalla Champions “è stato un dispiacere” che ha dispensato delusione “ma domani dobbiamo vincere …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *