Home / Calcio Italia / CALCIO. Juve; Sarri, finalmente prova di solidità difensiva
MAURIZIO SARRI

CALCIO. Juve; Sarri, finalmente prova di solidità difensiva

Un altro passo in avanti per la Juventus di Maurizio Sarri, tre punti contro la Spal che confermano i progressi registrati a Brescia. Con il vantaggio, secondo il tecnico bianconero, di non essere stati costretti alla rimonta: “A Brescia siamo andati sotto e abbiamo avuto più difficoltà, ma anche lì abbiamo palleggiato bene – conferma l’allenatore della Juventus -. Oggi abbiamo disputato un buon primo tempo, sapevamo che sarebbe stata dura abbattere il muro difensivo della Spal, ma il gol era nell’aria. Complessivamente abbiamo dato, per la prima volta, la sensazione di solidità difensiva”. Solidi in difesa e frizzanti in attacco, con la coppia Ronaldo-Dybala che ha mostrato buona complicità, cercandosi e proponendo trame offensive interessanti: “Sinceramente hanno giocato bene, sono due attaccanti attivi. L’azione del secondo gol è stata bellissima, e quella sul possibile terzo ancora di più: non fosse stato per la strepitosa parata di Berisha”. Due attaccanti che “stanno bene e sono vivi, così come Higuain”, seduto in panchina per tutta la partita ma che Sarri avrebbe chiamato in causa se non si fosse sbloccato il risultato: “Ci ho pensato al 30′, li avrei fatti giocare tutti e tre insieme. Dybala in questo momento si è proposto in maniera brillante sia mentalmente che fisicamente, si diverte a giocare a calcio e diverte anche gli altri”. Facile rendere in attacco quando il motore della squadra, Miralem Pjanic, gira a mille: “Sta toccando tanti palloni, oggi oltre 120. Comincia a farsi vedere per come dobbiamo giocare noi e nelle ultime due partite sta verticalizzando di più che all’inizio del campionato”. Partita senza storia per la Spal, ma prestazione che Semplici non getta via: contro la Juventus sarebbe stato difficile fare di più. “Affrontavamo una squadra fortissima – conferma il tecnico dei ferraresi -, e nel primo tempo i ragazzi hanno tenuto il campo limitando discretamente gli avversari”. Il gol di Pjanic al 45′ ha sconvolto i piani: “Purtroppo l’autogol (deviazione di Valdifiori, ndr) – dice Semplici – ci ha scombussolato i piani. Il primo tempo mi è piaciuto, abbiamo giocato con personalità. Ci vuole tempo, so che è tiranno e le opportunità per allenarsi sono poche”.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

CALCIO. Champions:Juve rischia Real o Mou, l’Atalanta sogna

Il rischio Real, il fascino Liverpool: vista da diversi punti di vista, il sorteggio degli …

CALCIO. Sarri lancia l’allarme: “La Champions consuma”

Passi falsi, dopo il pareggio col Sassuolo e la sconfitta con la Lazio che hanno …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *