Home / Calcio Italia / CALCIO. Juve pianifica il suo futuro. Pronti a tenere Pogba. Resta anche Pirlo

CALCIO. Juve pianifica il suo futuro. Pronti a tenere Pogba. Resta anche Pirlo

Il terzo scudetto consecutivo è dietro l’angolo, ma la delusione per l’eliminazione dall’Europa League impone in casa Juventus una seria riflessione. I risultati parlano da soli: per tornare a vincere a livello internazionale, serve un nuovo salto di qualità. Nessuna rivoluzione, ma i tre anni di Conte sono stati tanto vincenti quanto dispendiosi dal punto di vista fisico e nervoso.

Naturale quindi programmare il rinnovamento, che passa per stimoli, energie e anche nuovi giocatori. Ingredienti che la società guidata da Andrea Agnelli e Beppe Marotta deve mescolare con sapienza, mantenendo il giusto equilibrio tra le esigenze di bilancio e il desiderio di un allenatore a cui l’Italia non basta più.

Proprio il futuro di Conte è il primo interrogativo. Ha un contratto fino al 2015, e un rapporto solido con il club, ma qualche dubbio resta. Bisognerà attendere la fine della stagione per capire se l’unità d’intenti sin qui dichiarata sia autentica, anche se al momento sembra difficile pensare a scossoni. Un nuovo allenatore, del resto, richiederebbe interventi ancora più radicali sulla rosa, inconciliabili con la linea dell’autofinanziamento. Che, per altro, potrebbe costringere i bianconeri a privarsi di qualche gioiello.

Il sacrificato più probabile, fino ad ora, sembrava essere Pogba, la stellina presa a parametro zero che ora vale una fortuna. Real Madrid e Paris Saint Germain sono pronti a mettere sul piatto niente meno che 70 milioni; il Manchester City almeno 40, ma con Dzeko come gradita contropartita tecnica. La Juventus, però, prova a blindare il fenomeno francese: ieri c’è stato un primo incontro con i suoi agenti per arrivare al rinnovo del contratto prima del Mondiale.

Chi sembra ormai destinato a restare fino al 2016 è Andrea Pirlo. Il centrocampista ha praticamente raggiunto l’accordo con la Juve per il prolungamento del contratto, anche se la firma e l’annuncio saranno dati a stagione finita. A quel punto partirà la caccia agli esterni offensivi per permettere a Conte di cambiare modulo. I nomi sono tanti: da Cuadrado a Nani, da Cerci a Lulic, fino a Di Maria e Lucas. In pole position, al momento, sembra esserci Alexis Sanchez. In attacco, confermatissimi Tevez e Llorente, sicuri partenti saranno Vucinic e Quagliarella.

Piacciono Mandzukic, Dzeko, Van Persie e il giovane Morata.

Occhio anche ai giovani che la Juve ha in comproprietà: uno tra Gabbiadini, Immobile, Berardi e Zaza potrebbe tornare alla casa madre.

Commenti

Blogger: Liborio La Mattina

Liborio La Mattina
Nun Te Reggae Più

Leggi anche

CALCIO. La Nazionale Italiana compie 110 anni

Compie oggi 110 anni, ma non li dimostra. E’ la Nazionale italiana di calcio che, …

Cairo: "Andare oltre il 30 giugno rischia di essere un problema"

Calcio. Cairo: “Andare oltre il 30 giugno rischia di essere un problema”

“Giusto salvare coppe e campionati, però andare oltre il 30 giugno rischia di essere un …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *