Home / Calcio Italia / CALCIO. Juve padrona, ma per Allegri ‘metà giro non conta’
Massimiliano Allegri

CALCIO. Juve padrona, ma per Allegri ‘metà giro non conta’

Al giro di boa mancano ancora due partite, ma la Juventus che è già campione d’inverno non vuole accontentarsi. “Non abbiamo ancora vinto nulla”, è il ritornello di Allegri che, archiviata con la Roma la sedicesima vittoria in diciassette partite, invita i suoi a un Natale “sereno, ma leggero”. A Santo Stefano c’è l’Atalanta e il tecnico non ha nessuna intenzione di farsi “andare di traverso il pranzo”.
Tanto più che Inter-Napoli offre una ghiotta occasione per allungare ancora in testa alla classifica.
“Se facciamo il nostro dovere, possiamo ancora migliorare la classifica”, assicura Wojciech Szczesny, la porta della Juve inviolata da sei turni. L’ultimo a segnarle è stato Joao Pedro, lo scorso 3 novembre, nella partita contro il Cagliari vinta 3-1. Poi nessun altro, a dimostrazione della solidità in difesa.
“Nelle ultime partite abbiamo concesso solo due occasioni: una all’Inter e una, su rigore, al Milan – sostiene il portiere polacco – è una dimostrazione di grande equilibrio e compattezza della squadra, molto importante in questo momento”.
Dopo la gara casalinga con i sardi, il 2-0 sul Milan in trasferta e la vittoria casalinga contro la Spal con lo stesso punteggio, poi la tripletta al Franchi contro la Fiorentina e tre 1-0 consecutivi contro Inter, Torino e ieri sera Roma. “Nel calcio è il risultato perfetto”, afferma il numero uno, tanto più che “l’arrivo di Ronaldo ci ha aiutato a capire che se facciamo il nostro lavoro dietro, davanti succede qualcosa e riusciamo a vincere le partite”.
Se poi non segna CR7, ci pensa Mario Mandzukic, “che sta facendo gol soprattutto negli scontri diretti – fa notare Szczesny – E’ un ragazzo che parla poco, ma parla sul campo, ed è la cosa più importante”. Come più importante è il contrito che quest’anno riesce a dare alla squadra Dybala, che pure a mugugnato non poco per la sostituzione con la Roma. “Sta facendo un grandissimo lavoro – taglia corto il compagno di squadra – è un giocatore più completo e più maturo, che accetta anche di dover difendere”.
Le soluzioni, insomma, non mancano alla Juventus. “Mi piace lo spirito di questa squadra e la passione dei nostri tifosi”, rivela Mandzukic sui social, dove l’entusiasmo dei bianconeri è tanto. Per le vittorie e per il Natale: “Più bel regalo non potevamo farci e farvi”, commenta non a caso De Sciglio dopo il successo contro la Roma.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

CALCIO. Sarri: “Juve sulla strada giusta, ma abbiamo commesso degli erroracci”

Bilancio positivo, ma con ampi margini di crescita. Le parole di Maurizio Sarri, dopo la …

CALCIO. Juve sogna allungo, rosa Sarri torna ricca

Finalmente Sarri avrà la rosa al completo, con l’eccezione di Chiellini, per il nuovo ciclo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *