Home / Calcio Italia / CALCIO. Juve, la difesa resta a 4. Idea attacco stellare
Cristiano Ronaldo

CALCIO. Juve, la difesa resta a 4. Idea attacco stellare

Nella testa di Maurizio Sarri la difesa a tre non è una strada percorribile per la Juventus. Nonostante il tecnico viva la sua prima, vera emergenza di formazione, con Alex Sandro in Brasile per un lutto familiare e la coppia di destra Danilo-De Sciglio ancora ai box per problemi muscolari, il cambio di assetto è impensabile. “La difesa a tre per me è difficilmente proponibile tranne per qualche piccolo spezzone di partita – taglia corto l’allenatore bianconero -. Il rischio è di finire con 5 giocatori bassi”. In attacco, invece, sembra confermata la versione con il trequartista, Ramsey, dietro le due punte (Ronaldo e Higuain o Dybala), nata dopo l’infortunio di Douglas Costa, il miglior interprete sulla corsia destra. Ma Sarri non disdegna l’ipotesi del terzetto Ronaldo-Higuain-Dybala Ramsey: “Cristiano è un fuoriclasse e può giocare con tutti i grandi giocatori. Higuain ha grande abilità tecnica, Dybala è sopraffino. Possano quindi coesistere in coppia e in certe fasi della partita anche a tre”. Non domani, però, almeno non dall’inizio: la Spal è un’avversaria da prendere con le molle e Sarri lo sa bene, avendo sperimentato sulla propria pelle, e su quella del suo Napoli (due anni fa) quanto possa essere rognosa la squadra di Semplici. “Potrebbe essere una partita difficilissima, la squadra deve smettere di pensare alla partita che viene dopo – avverte l’allenatore toscano – La Spal venne a Napoli data per spacciata e fu una della partita più difficili e sofferte di quella stagione”. Contro i ferraresi probabile lo spostamento di Matuidi in posizione di terzino sinistro, scelta più logica rispetto alla prospettiva di dirottare un centrale difensivo in quella posizione: “sono tutti destri e il disagio sarebbe doppio” osserva Sarri, che occuperà la casella del francese, solitamente dietro Ronaldo, con il connazionale Rabiot. Dietro Dybala e CR7 sarà ancora la volta di Ramsey: “Speriamo possa reggere tre partite di seguito, anche se lo stiamo risparmiando. C’è una netta differenza tra giocare 60′ e 90′”. Sarà ancora la volta di Cuadrado nel ruolo di terzino destro, con il colombiano primo ‘allievo’ di Barzagli, nuovo collaboratore tecnico di Sarri che si occuperà “di curare la fase difensiva di alcuni giocatori”. Fondamentale portare a casa i tre punti, il modo miglior per avvicinarsi alla sfida Champions con il Bayer Leverkusen e allo scontro diretto di domenica 6 ottobre con l’Inter.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

CALCIO. Champions:Juve rischia Real o Mou, l’Atalanta sogna

Il rischio Real, il fascino Liverpool: vista da diversi punti di vista, il sorteggio degli …

CALCIO. Sarri lancia l’allarme: “La Champions consuma”

Passi falsi, dopo il pareggio col Sassuolo e la sconfitta con la Lazio che hanno …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *