Home / Calcio Italia / CALCIO. Juve in campo, ansia per Chiellini
Chiellini
Chiellini

CALCIO. Juve in campo, ansia per Chiellini

C’è il Napoli nel mirino della Juventus, che inizia a preparare la partita dell’anno.

Novanta minuti più recupero, come è abituato a dire mister Allegri, per completare la rimonta con una vittoria, la quindicesima consecutiva, e mettere il muso avanti nella volata scudetto. Higuain e compagni permettendo, è ovvio, e con gli infortuni che rischiano di impedire al tecnico bianconero le scelte migliori.

Solo domani gli accertamenti strumentali a cui verrà sottoposto diranno se Chiellini sarà o meno della partita.

Contro il Frosinone il difensore ha accusato un problema al polpaccio che riduce al lumicino le speranze di vederlo in campo con i titolari. Davvero sfortunato con i big match il numero 3, già costretto lo scorso giugno a saltare, sempre per infortunio, la finalissima di Champions League persa contro il Barcellona.

Il ko del difensore è reso più pesante dal grave infortunio appena rimediato da Caceres. In caso di forfait, al suo posto potrebbe giocare uno tra Lichsteiner e Rugani – a lungo oggetto dei desideri partenopei -, a meno che Allegri non cambi modulo e scelga la difesa a quattro con il trequartista dietro alle due punte. Ai box anche Mandzukic e Asamoh, sono da valutare le condizioni di Khedira, che contro il Chievo ha riportato una lesione all’adduttore della coscia destra, quarto infortunio della stagione. Difficile un recupero lampo, per evitare ricadute che potrebbero mettere a repentaglio la sua presenza per un altro big math: l’andata degli ottavi di finale di Champions League, il 23 febbraio, contro il Bayern Monaco.

Commenti

Blogger: Fabio Mina

Avatar

Leggi anche

CALCIO. La Nazionale Italiana compie 110 anni

Compie oggi 110 anni, ma non li dimostra. E’ la Nazionale italiana di calcio che, …

Cairo: "Andare oltre il 30 giugno rischia di essere un problema"

Calcio. Cairo: “Andare oltre il 30 giugno rischia di essere un problema”

“Giusto salvare coppe e campionati, però andare oltre il 30 giugno rischia di essere un …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *