Home / Calcio Italia / CALCIO. Euro ’20:Inghilterra e R.Ceca qualificate, CR7 ancora no

CALCIO. Euro ’20:Inghilterra e R.Ceca qualificate, CR7 ancora no

L’intensa euroserata di pallone consegna i nomi di altre quattro Nazionali alla fase finale del primo Europeo itinerante (12 giugno-12 luglio 2020). A Belgio, Italia, Polonia, Russia, Ucraina e Spagna, che hanno staccato il biglietto con largo anticipo, si sono aggiunte l’Inghilterra, la Repubblica Ceca, entrambe provenienti dal Girone A, i campioni del mondo della Francia e la Turchia, provenienti dal raggruppamento H. Adesso sono 10 le squadre qualificate, ma ne mancano ancora parecchie, visto che si dovrà arrivare a 24 (le ultime quattro Nazionali arriveranno dai Playoff in primavera, in base alla classifica generale della Nations League, dalla quale ovviamente vengono escluse le qualificate). Nel sorteggio dei gironi del prossimo 30 novembre a Bucarest, al posto delle squadre mancanti, ci sarà la denominazione vincente Playoff 1, 2, 3 e 4. L’Inghilterra ha celebrato al meglio la millesima partita della propria storia, seppellendo di gol (7) il Montenegro: la parte del leone, come spesso avviene, l’ha fatta il centravanti del Tottenham, Harry Kane, autore di una tripletta. Agli inglesi, che di punti ne hanno finora totalizzati 18 in 7 partite, ha risposto la Repubblica Ceca che, a Plzen, ha dovuto faticare per avere ragione del Kosovo (2-1), passato in vantaggio con Nuhiu, ma raggiunto da Kral e superato dal gol di Celustka. Cechi con 15 punti, ossia a +4 sul Kosovo, ormai irraggiungibili. Nel tardo pomeriggio, la Turchia aveva pareggiato 0-0 con l’Islanda e il risultato di Istanbul ha favorito anche la Francia che, in serata, ha suggellato la qualificazione, ribaltando con il 2-1 finale (Varane e Giroud su rigore) il vantaggio iniziale di Rata. Serata di gloria anche per il Portogallo, nel Girone B, che ha chiuso il ‘set’ sul 6-0 contro la Lituania, mettendo un mostra il Ronaldo dei bei tempi, autore di una tripletta (un gol su rigore e un selfie con un invasore vestito da juventino); Paciencia, Bernardo Silva e Pizzi hanno completato lo score. I lusitani campioni in carica, malgrado la valanga di gol, non sono tuttavia ancora qualificati – al contrario dell’Ucraina, capolista del girone – dal momento che non riescono a scrollarsi di dosso la Serbia, a -1 in classifica. La squadra di Ljubisa Tumbakovic ha battuto di misura per 3-2 il Lussemburgo – grazie anche a un doppio Mitrovic – e spera ancora. Infine, deludente pari interno (2-2) per l’Albania di Edy Reja con Andorra, che addirittura si era portato sul 2-1.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

CALCIO. Champions:Juve rischia Real o Mou, l’Atalanta sogna

Il rischio Real, il fascino Liverpool: vista da diversi punti di vista, il sorteggio degli …

CALCIO. Sarri lancia l’allarme: “La Champions consuma”

Passi falsi, dopo il pareggio col Sassuolo e la sconfitta con la Lazio che hanno …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *