Home / Calcio Italia / CALCIO. Coppa Italia, Allegri: "Juve tosta per impresa straordinaria"
Massimiliano Allegri
Massimiliano Allegri

CALCIO. Coppa Italia, Allegri: "Juve tosta per impresa straordinaria"

Battere il Milan, alzare la Coppa Italia, centrare per il secondo anno consecutivo l’accoppiata coccarda-scudetto, impresa mai riuscita a nessuno. La Juventus punta a chiudere allo stadio Olimpico l’ennesima annata da incorniciare, iniziata col successo in Supercoppa di Shanghai e arrivata al capitolo finale di Roma. “Domani sera è l’ultima partita della stagione e abbiamo il dovere di cercare di vincerla perché sarebbe una cosa straordinaria visto che nessuno è mai riuscito a vincere per due volte di seguito campionato e coppa” ricorda Massimiliano Allegri alla vigilia, sottolineando poi che “l’importante sarà essere all’altezza e fare una grande prestazione perché veniamo da un mese in cui ci sono state un paio di settimane un po’ ballerine…”.
“Abbiamo avuto un mese di riposo dopo aver vinto lo scudetto, ma poi i ragazzi si sono rimessi in carreggiata – assicura il tecnico bianconero -. Non mi dà fastidio essere favorito, ma siamo consapevoli che i valori si azzerano perché in una gara secca può succedere di tutto. Per questo alla squadra ricorderò fino all’ultimo che troveremo un Milan completamente diverso, agguerrito, che vorrà vincere la partita e che saprà crearci delle difficoltà. Per loro sarà l’ultima chance di andare in Europa League. Noi non dovremo essere presuntuosi e superficiali, ma aggressivi e organizzati. Voglio vedere una gara tosta da grande squadra, con entusiasmo, voglia ed equilibrio”.
Insomma, guai a prendere sottogamba l’impegno perché “finali facili non ce ne sono, e per vincerle serve anche un pizzico di fortuna”. Allegri esclude poi il pericolo di ‘assuefazione’ alle vittorie: “Non c’è per il semplice motivo che da luglio si riparte per nuove sfide. L’anno prossimo dobbiamo pensare che ci sarà da lottare per vincere il 6/o scudetto di fila, una cosa mai riuscita a nessuno, la Champions e la Coppa Italia. Non è che la vita finisce domani…”. E per battere il Milan il tecnico ha più o meno in mente già l’undici titolare: “In attacco dovrebbero partire Mandzukic e Dybala, in porta ci sarà Neto, e i difensori sono solo tre (Barzagli, Rugani e Chiellini, visto che Bonucci è squalificato, ndr). A centrocampo a parte Pogba, che sarà sicuro titolare, devo decidere davanti alla difesa e l’interno destro”.
In assenza di Buffon quindi la fascia da capitano finirà al braccio di Giorgio Chiellini, pronto a prendersi una personale rivincita sulla sfortuna dopo una stagione piena di problemi.
“Ho saltato gli ultimi tre mesi e partite importanti, e adesso c’è tanta voglia da parte mia di giocarmi questa finale – confessa il difensore -. Le motivazioni non mancheranno a nessuno. La nostra forza e quella di voler continuare a vincere a tutti i costi. Chi pensa che abbiamo la pancia piena si sbaglia. Ci teniamo tantissimo a vincere perché sarebbe un traguardo storico per noi fare doppietta per due anni consecutivi. C’è la voglia di vincere una coppa che sentiamo di meritare”. “Sono solo chiacchiere da bar quelle che dicono che siamo favoriti e che abbiamo già vinto, sappiamo bene che non è così – conclude Chiellini -. Sicuramente sarà una partita difficile ed equilibrata. Arriva in fondo a un stagione dove entrambe le squadre hanno speso tanto, e poi in una partita secca i valori si azzerano. Il Milan non ha fatto bene durante la stagione, ma purtroppo si parte da 0-0… Noi ci siamo preparati bene, abbiamo lavorato con intensità e concentrazione.
Ora non resta che dimostrarlo in campo”.

Commenti

Blogger: Andrea Bucci

Andrea Bucci
Minuto per minuto

Leggi anche

CALCIO. La Nazionale Italiana compie 110 anni

Compie oggi 110 anni, ma non li dimostra. E’ la Nazionale italiana di calcio che, …

Cairo: "Andare oltre il 30 giugno rischia di essere un problema"

Calcio. Cairo: “Andare oltre il 30 giugno rischia di essere un problema”

“Giusto salvare coppe e campionati, però andare oltre il 30 giugno rischia di essere un …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *