Home / Calcio Italia / CALCIO. Allegri non fa drammi: “Bella Juve, ma troppe leggerezze”
Massimiliano Allegri
Massimiliano Allegri

CALCIO. Allegri non fa drammi: “Bella Juve, ma troppe leggerezze”

La soddisfazione per la prestazione della Juventus, “una delle migliori dal punto di vista tecnico”, il disappunto per le disattenzioni che sono costate la vittoria.
Allegri analizza lucidamente il 3-3 con il Parma, arrivato in pieno recupero con il secondo gol di Gervinho: “Non si può giocare al 95′ una palla in area – il commento del tecnico bianconero sull’errore di Mandzukic -. La partita era finita, bisognava mandare la palla in tribuna, non bisogna vergognarsi.
Fa parte della gestione della partita”. Un errore pesante che ha palesato l’approccio leggero in fase difensiva della Juventus, per due volte in vantaggio di due gol ma incapace di portare a casa i tre punti: “Siamo stati leggeri in difesa, abbiamo sbagliato in occasione del secondo e del terzo gol. In compenso abbiamo creato molto, è stata una gara divertente per il pubblico, ma non si è mai visto fare tre gol in casa e prenderne tre”. Un passo falso, il terzo pareggio in campionato: “Abbiamo commesso gli stessi errori di Bergamo. Abbiamo iniziato a pensare solo ad attaccare, a non fare fatica in difesa. Comunque non cambia niente, abbiamo un buon vantaggio in classifica ma non dobbiamo iniziare a dare le cose per scontate”. Tra le eredità della partita, i problemi fisici di Bernardeschi e Douglas Costa e il caso Dybala, che ha abbandonato la panchina dopo il terzo cambio: “Bernardeschi ha preso un colpo al costato mentre Douglas Costa ha accusato un dolore al quadricipite.
Dybala? Non l’ho neanche visto, può darsi avesse freddo”.
Una serata da ricordare invece per il tecnico dei ducali, D’Aversa, contento per la reazione della sua squadra dopo essersi trovata per due volte in svantaggio: “I ragazzi ci hanno creduto, venire qui a pareggiare contro la Juventus ci deve far sentire orgogliosi e soddisfatti – conferma l’allenatore gialloblu -. Eravamo sotto di due gol, riprendere la partita ha dimostrato che il gruppo ha grandi valori”. Non ha mai smesso di credere alla rimonta D’Aversa, incitando i suoi anche quando la partita sembrava ormai compromessa: “Ci ho creduto per l’atteggiamento dei ragazzi nel secondo tempo, lo stesso del primo quarto d’ora. Contro la Juve devi provare a giocare, nel secondo tempo abbiamo subito il secondo gol ma abbiamo mantenuto l’atteggiamento giusto e stiamo stati premiati. Forse sono stati decisivi gli episodi, ma siamo andati a cercarceli. E abbiamo scritto una pagina storica per il nostro club”.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

CALCIO. Champions: Juve; Sarri, voglio una risposta seria

Con il primo posto nel girone di Champions già in tasca Maurizio Sarri vuole una …

CALCIO. Juve; coro bianconeri “stiamo uniti e lavoriamo”

La caduta della Juventus all’Olimpico di Roma ha fatto rumore, ben più del primo insuccesso …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *