Home / Sport / Calcio a 5 / CALCIO A 5. Serie A2. La L84 dilaga in casa del Fenice Venezia Mestre

CALCIO A 5. Serie A2. La L84 dilaga in casa del Fenice Venezia Mestre

La L84 non perdona il Fenice Venezia Mestre conquistando una preziosa vittoria in trasferta che permette di tenere viva la speranza playoff. Con un tennistico 6-0 il quintetto di Michele Barbieri liquida i veneti mettendo in ghiaccio la pratica già nella prima frazione. La L84 è subito padrona della contesa e dopo 4’ passa in vantaggio con un’azione di rimessa: Cerbone ruba palla nella propria metà campo e mette in moto capitan Iovino per poi riproporsi sulla destra, ricevere il passaggio di ritorno del compagno e infilare Molin con un preciso rasoterra. I padroni di casa non reagiscono e restano in balia dei volpianesi che controllano e colpiscono ancora nel finale di tempo. Prima De Lima si fa trovare sul secondo palo per appoggiare in rete un assist al bacio di Turello, poi Lucas ruba palla a Caregnato (forse in maniera fallosa) e  scarica una bordata imparabile che vale il 3-0. Nella ripresa Venezia prova a d alzare i giri del motore, ma la L84 non si scompone difendendo senza mai andare in affanno. Da antologia il quarto gol con uno schema da calcio d’angolo impreziosito dalla “suolata” di tacco di Turello che arma la puntata imparabile di De Lima. I veneti alzano definitivamente bandiera bianca e un pallone ghermito con caparbietà da Tambani consente a Cerbone di siglare la doppietta personale dopo aver evitato anche l’uscita di Molin. Prima della sirena Iovino chiude il set con una zampata da opportunista. Sabato prossimo la L84 affronterà tra le mura amiche l’Aosta 511, compagine impelagata nella zona calda della classifica. L’occasione si prospetta ghiotta per mettere in tasca altri tre punti e rosicchiare qualcosina a chi sta davanti.

Commenti

Blogger: Roberto Vannicola

Roberto Vannicola
Cinque, Cinque, Cinque

Leggi anche

UISP. Il Comitato Territoriale UISP CIriè Settimo Chivasso è partner del progetto WINGS

In base a una statistica elaborata dall’Organizzazione Mondiale della Sanità nel 2013, circa una donna …

SCI DI VELOCITA’. Giacomelli vittima di una caduta a 150 km/h

L’obiettivo era confermarsi, pur essendo consapevole delle difficoltà che avrebbe incontrato in pista. Difficoltà che …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *