Home / Sport / Calcio a 5 / CALCIO A 5. SERIE B. "L84, una stagione strepitosa"
Il ds della L84, Jonatha Falco, insieme alla mascotte verdenera alla festa rpomozione

CALCIO A 5. SERIE B. "L84, una stagione strepitosa"

Il campionato di Serie B è ormai in archivio ma la stagione della L84 non può ancora dirsi conclusa. Dopo aver conquistato con ampio merito il terzo posto finale del girone da neopromossa, la compagine verdenera si appresta a disputare il primo turno dei playoff per accedere in Serie A2. Sabato 16 aprile, con fischio d’inizio alle ore 16, i volpianesi ospiteranno i Bulls Prato nella gara d’andata, e in casa L84 c’è chi ancora non ci crede. “Essere arrivati ai playoff è davvero una grande sorpresa – ammette il direttore sportivo Jonatha Falco –. A inizio anno in pochi avrebbero scommesso su questo risultato e, forse, ad essere sinceri nemmeno noi. Cercheremo di vivere al meglio questi spareggi, senza pressioni che invece avranno quelle società che hanno costruito la squadra per vincere e magari ora si trovano a lottare nei playoff con il divieto di fallire. Tutto quello che verrà sarà tanto di guadagnato – prosegue il ds verdenero – e se anche dovessimo uscire al primo turno non andrebbe a cancellare quanto di buono fatto”. Già, perché non è da tutti presentarsi all’esordio in un campionato nazionale dimostrando da subito non soltanto di poter competere contro chiunque, ma anche di tenere testa a società ben più attrezzate: “È stata una stagione strepitosa – il commento entusiasta di Falco –, fuori da tutte le aspettative. Siamo partiti con l’obiettivo di ottenere una salvezza nel più breve tempo possibile e ci siamo ritrovati a giocarci le possibilità di accesso in A2. Quanto successo è fuori da ogni logica: è stata un’annata bellissima da vivere, anche se travagliata per alcuni aspetti”. Su tutti, il periodo coinciso con l’esonero di Parvopasso, storico allenatore della società: “Sicuramente il momento peggiore della stagione – confessa il direttore sportivo –. Dal punto di vista umano non è mai facile esonerare un allenatore, soprattutto dopo 5 anni di rapporto. La squadra però ha saputo reagire alla grande e da questa stagione è uscito un gruppo fortificato tanto a livello di giocatori quanto di staff”. Un gruppo quanto mai affiatato che, stando alle parole del ds, “ha prodotto il 90% dei risultati”. Il resto lo ha fatto l’organizzazione e la pianificazione verso prospettive future che passano necessariamente dal vivaio. “Essendo novizi in categoria abbiamo commesso qualche errore, ma solo chi fa sbaglia e questo ci può aiutare a migliorare, anche a livello gestionale. Siamo più che soddisfatti, abbiamo capito che in questa categoria ci possiamo stare tranquillamente avendo disputato un campionato di vertice nel quale non sono mancati momenti unici come le due vittorie sul Real Cornaredo e il pareggio casalingo contro la Fratelli Bari: grazie a questa esperienza sappiamo come proseguire il  lavoro sulla prima squadra anche se non sarà facile migliorare un’annata come questa. Ora ci concentreremo di più sul Settore giovanile per dare continuità al nostro progetto di crescita. Oltre all’Under 21, alla Juniores e agli Allievi – conferma Falco –, abbiamo in cantiere la costruzione della formazione Giovanissimi”. Le novità per la prossima stagione riguarderanno sicuramente anche la prima squadra, con un volto nuovo in panchina al posto di Michele Barbieri che ha traghettato in maniera egregia la squadra fino ai playoff. “Il nostro obiettivo – conclude il ds della L84 – è dare il 100% su tutti i fronti, conservando però sempre il profilo che ci contraddistingue, ovvero senza fare voli pindarici e rimanendo con i piedi ben saldi a terra”.

Commenti

Blogger: Gabriele Rossetti

Avatar

Leggi anche

VOLPIANO. Cade da tre metri nel cantiere, grave un operaio

Incidente sul lavoro, questa mattina, in un cantiere di via Brandizzo a Volpiano. Un operaio, …

Gaetano Annaloro del Borgo Nuovo Twirling

TWIRLING. Borgo Nuovo Twirling: “Non avrebbe avuto senso riaprire per pochi giorni”

Il Borgo Nuovo Twirling è fermo al palo. Gaetano Annaloro, storico dirigente del sodalizio di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *