Home / Torino e Provincia / Cafasse / CAFASSE. Vandalizzata una staccionata, su Facebook lo sfogo dell’assessore

CAFASSE. Vandalizzata una staccionata, su Facebook lo sfogo dell’assessore

Per quale motivo l’abbiano fatto rimane, e forse rimarrà, un mistero. Qualche notte fa ignoti hanno vandalizzato la staccionata dell’area boschiva attrezzata sportiva di Cafasse. Ad accorgersene, ieri mattina, alcuni cittadini, che hanno prontamente chiamato gli agenti della polizia municipale e l’assessore Rinaldo Scarano. L’assessore, nelle ore successive alla scoperta, si è lasciato andare ad un secco commento sui social network, dove ha postato anche le foto: “Passano le ore e non so a cosa pensare per quanto accaduto. Se ad un branco di elefanti in preda al panico o ad un branco di idioti in preda… ad altro! Bisogna essere proprio dei disadattati per ridurre così il bene pubblico. Quella era un’entrata utilizzata dai mezzi per la pulizia e quindi chiusa al pubblico, mentre l’ingresso pedonale al parco è sempre aperto ed è solo a venti centimetri di distanza”. Scarano ha poi invitato la cittadinanza a denunciare, se qualcuno avesse per caso visto i vandali commettere l’accaduto: “Se qualcuno conoscesse gli autori del lavoretto ed avesse voglia di cantare le audizioni sono aperte, ma dubito che qualcuno si presenterà visto che non si tratta delle selezioni per Amici o X-Factor. Una cosa è certa, chi ha fatto questo bel lavoro il fattore X ce l’ha nel cervello o in quel poco che ne rimane”. Le indagini da parte degli agenti della polizia municipale sono in corso. Secondo le prime ipotesi del caso, potrebbero averla spaccata con ripetuti calci oppure usando un’auto come ariete.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

Ricaldone farmacia ceres

CERES. La farmacia di montagna ai tempi del Coronavirus

CERES. La mascherina copre tre quarti del volto ma gli occhi, quelli, non tradiscono mai. …

lavoro

IVREA. Cantieri di lavoro per persone disoccupate “over 58”

Il Comune di Ivrea ha riaperto i termini per la consegna delle candidature dei cantieri …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *