Home / Torino e Provincia / Cafasse / CAFASSE. Amianto: morì di mesotelioma, condannati i titolari dell’azienda
condanna

CAFASSE. Amianto: morì di mesotelioma, condannati i titolari dell’azienda

I due titolari delle ex Acciaierie Mandelli di Cafasse, nel Torinese, sono stati condannati a otto mesi per la morte di un dipendente, deceduto nel 2011 a causa di un mesotelioma pleurico. Secondo le indagini condotte dal pm Gianfranco Colace, l’uomo aveva lavorato nello stabilimento per 24 anni dal 1972 al 1996, periodo durante il quale era stato esposto all’amianto. Il giudice monocratico Diamante Minucci, che ha pronunciato la sentenza, ha stabilito un risarcimento di 45mila euro complessivi per la moglie e i tre figli dell’operaio, rappresentati dall’avvocato Matilde Chiadò.

Commenti

Blogger: Fabio Mina

Avatar

Leggi anche

IVREA. E’ giunta l’ora delle azioni concrete

Abbiamo già scritto più volte di come un certo modo di interpretare la politica tenda …

IVREA. Il bando di arruolamento degli ufficiali è nullo e illegittimo…!

La denuncia inviata al sindaco Stefano Sertoli, al notaio Pierluigi Cignetti  (che è anche Gran …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *