Home / Aziende / BUTTIGLIERA ALTA. Festa della Mamma, Sara si racconta: “Io, mamma lavoratrice del Gruppo Re Italia…”
Sara, mamma lavoratrice del Gruppo Re Italia

BUTTIGLIERA ALTA. Festa della Mamma, Sara si racconta: “Io, mamma lavoratrice del Gruppo Re Italia…”

Domenica 12 maggio ricorre la festa della mamma. Un’occasione speciale, da celebrare in famiglia.
Con un fiore, un pensiero, una poesia, un piccolo regalo per chi ci ha fatto il regalo più grande e ci ha indicato la strada da seguire, tenendoci sempre per mano.
A casa di Sara Foppiani, domenica prossima, sarà sicuramente festa. Questa ragazza di 31 anni, sorriso dolce e capelli alla moda, è una mamma del terzo millennio. Una figura presente, attenta e premurosa, sensibile e severa all’occorrenza col proprio piccolo. Ma anche una mamma che non ha rinunciato alla propria vita.
“Sono una mamma e sono una lavoratrice”, sorride, di fronte alla telecamera, seduta davanti alla scritta “Believe” che campeggia sulla parete dell’area open space del Gruppo Re Italia.
Dietro di lei è un rincorrersi di telefonate. Gente che va, gente che viene. Mentre parla e ci spiega che è molto più difficile fare la mamma che lavorare qui, nell’azienda di Buttigliera Alta, leader nella fornitura di serramenti, tende da sole, porte, finestre, pergole.
“Il Gruppo Re Italia è una seconda famiglia, per me – continua nel raccontare gli 8 anni già trascorsi da quando, giovanissima, ha intrapreso la carriera di contabile dell’azienda -. Il mio lavoro è costanza, impegno, determinazione: se lo fai con passione, non puoi considerarlo un lavoro. Far parte di questa realtà, qui in Valle di Susa, significa creare dei legami forti che vanno al di là dell’impegno lavorativo. Significa fare il viaggio della vita con queste persone. Un viaggio che mi auguro di continuare per i prossimi vent’anni almeno…”.
Alle mamme come Sara gli auguri di un’ottima festa.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

SETTIMO. Un libro per dire “Stop al bullismo” con Franco De Nunzio

Un pomeriggio per parlare di bullismo in compagnia di un libro. Venerdì 8 novembre, alle …

SETTIMO. “No alla violenza”: due nuove installazioni alla biblioteca Archimede

Una duplice installazione per ribadire un forte “no” alla violenza e alla discriminazione. Sei arrivato …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *