Home / Torino e Provincia / Burolo / BUROLO. Psicologa sulla giovane suicida: “Si è troppo soli nei ‘non luoghi’

BUROLO. Psicologa sulla giovane suicida: “Si è troppo soli nei ‘non luoghi’

Chissà cosa è scattato nella mente di questa giovane ragazza che, in cura per una grave depressione, ha scelto di togliersi la vita in fila in un supermercato nel torinese. Forse il fatto che lì sei anonimo, uno dei tanti, in quello che l’antropologo Marc Augé ha definito un “non luogo”, appunto il centro commerciale.
“Bisognerebbe stare nella testa della giovane per sapere il perché di un gesto estremo e autolesionista ma a volte in persone fragilizzate dalla grave depressione – osserva Anna Oliverio Ferraris, psicologa dell’età evolutiva dell’università La Sapienza di Roma – la determinazione al suicidio scatta per le situazione di anonimato e di solitudine percepita, anche se si è in mezzo alla gente, e magari perché ci si è svegliati in una giornata uggiosa. Non credo che la ragazza abbia voluto attirare l’attenzione, o che abbia scelto lo scatolame per qualche motivo; quando stai male prendi quello che c’è e non pensi a chi hai intorno. Certo – sottolinea la psicologa – sarebbe importante sapere se la giovane suicida abbia lasciato messaggi o postato qualcosa sui social, ma è una esperienza comune sentirsi soli in mezzo alla gente. In fila al supermercato, come alla stazione o negli aeroporti, nei non luoghi appunto di Augé, sei un cliente, nessuno ti riconosce e sa il tuo nome e cognome. Per qualcuno l’anonimato è un senso di libertà nello scegliere prodotti e tempi di acquisto, per altri è un vuoto di relazioni. Difficilmente si ha questa sensazione di anonimato in famiglia, a scuola, dove sei in cura. Ci sono luoghi che ti fanno sentire più soli – conclude Oliverio Ferraris – e lo stare in fila alla stazione come al supermarket senza essere riconosciuti come persona, chiamati per nome e cognome, per chi molto depresso può essere insopportabile”.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

CAREMA. Un malore improvviso strappa alla vita l’ex sindaco Giovanni Aldigheri

Aveva 67 anni anni il vicesindaco Giovanni Aldigheri e nulla che facesse presagire la tragedia. …

CHIVASSO. Moretti: “Lascio per il lavoro in ospedale”. Castello ringrazia l’ormai ex assessore

Annunciato ieri, è arrivato oggi il comunicato ufficiale da Palazzo Santa Chiara, a firma dell’ufficio …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *