Home / Torino e Provincia / Burolo / BUROLO. Incendiano magazzino della società di calcio Usd Bollengo-Albiano

BUROLO. Incendiano magazzino della società di calcio Usd Bollengo-Albiano

E’ certamente di matrice dolosa l’incendio che ieri pomeriggio, lunedì 15 matggio, ha completamente distrutto un prefabbricato utilizzato come magazzino dalla società di calcio Usd Bollengo-Albiano, squadra che milita nel campionato di Promozione. Il container prefabbricato si trova all’interno del campo sportivo di via Cascinette, impianto intitolato a Valentino Mazzola e utilizzato dagli allenamenti della squadra.

L’allarme è scattato ieri intorno alle 16,30. Sul posto sono accorse diverse squadre dei vigili del fuoco partite dal distaccamento di Ivrea. A coordinare le operazioni è arrivato il sindaco Franco Cominetto. Le indagini sono affidate ai carabinieri della Compagnia di Ivrea. All’arrivo dei pompieri e dei carabinieri c’erano alcune coppe buttate fuori dal magazzino, segno che qualcuno ha forzato la porta del container per poi appiccare l’incendio.

Nel rogo sono andate distrutte le altre coppe e alcuni trofei vinti dalla società che erano esposti sulle mensole. Non solo: a fuoco anche cinque giochi di maglie utilizzate dalla prima squadra e dal settore giovanile più i palloni.

E’ sconvolto Alessandro Provenzano, il direttore generale dell’Usd Bollengo Albiano: “C’è caduto il Mondo addosso. Il rogo ci ha causato danni per oltre 2 mila e 500 euro ma ancor più grave è che ci crea molte difficioltà nel portare a termine la stagione. Sarà difficile riuscire a riacquistare tutto il materiale…”

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

VILLAR PEROSA. Scontro con 2 morti: automobilista positivo all’alcoltest

È risultato positivo all’alcol test, il 20enne di Frossasco che questa mattina era alla guida …

Municipio ivrea

IVREA. Il nuovo Piano regolatore, l’occasione per fermare le speculazioni inutili e rilanciare la città.

La società Genco ha chiesto al comune di Ivrea di inserire il programma di riqualificazione …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *