Home / Torino e Provincia / Burolo / BUROLO. A Villa Pasta musica classica lungo la via Francigena
VILLA PASTA, BUROLO

BUROLO. A Villa Pasta musica classica lungo la via Francigena

Grazie al sostegno ed alla collaborazione del Comune di Ivrea e dei Comuni di Albiano, Bollengo, Burolo e Chiaverano (“Unione della Serra”) riprende la tradizionale rassegna di musica classica lungo la Via Francigena Canavesana, organizzata dall’Associazione “Il Timbro”

“I Concerti lungo la Via Francigena” continuano ad essere un fondamentale veicolo attraverso il quale “Il Timbro” persegue uno dei suoi obiettivi fondamentali: diffondere e facilitare l’ascolto della musica “colta”, ricercando costantemente nuove fasce di pubblico cui fare apprezzare la bellezza di questa arte. Non ha rinunciato alle caratteristiche di sempre: artisti di primissimo piano di fama internazionale, programmi scelti appositamente per ogni singola situazione, collaborazione con le realtà locali per la valorizzazione di luoghi storici altrimenti di difficile fruibilità, possibilità di godere delle delizie enogastronomiche canavesane.

Lo scenario di oggi è completamente diverso rispetto a quello degli anni scorsi. L’organizzazione ha dovuto rispettare le disposizioni che si sono rese necessarie per contenere la pandemia, particolarmente problematiche per le complesse caratteristiche degli spettacoli di musica classica. L’uscita dal lockdown inoltre ha portato (nota positiva!) al moltiplicarsi di eventi nelle stesse date in cui si è sempre svolta la rassegna, e di questo si è dovuto tenere conto.

Non ci sarà una full immersion di cinque concerti in due settimane come gli altri anni. Il Timbro ha scelto di organizzare ogni spettacolo come un evento a sé, rafforzando la collaborazione con il territorio, coinvolgendo le associazioni presenti e scritturando grandi musicisti. La scelta dei luoghi dove si svolgerà la rassegna è stata determinata dalla volontà di valorizzare ancora più degli anni scorsi luoghi simbolo dei vari Comuni. Sono state coinvolte realtà artigianali della filiera enogastronomica.

Bandini-Chiacchiaretta

Il primo appuntamento è per sabato 5 settembre,  alle 21, a Villa Pasta (Castello Basso-ex Noviziato) nel Comune di Burolo, con il Duo Bandini-Chiacchiaretta.

Quello che è conosciuto come il Castello Basso di Burolo (in realtà struttura vincolata come Villa Pasta) è probabilmente la costruzione di maggiore importanza del Comune. Le origini risalgono al XII secolo; l’aspetto attuale è riconducibile al XVIII e XIX secolo. Il suo cortile ed i suoi giardini sono stati aperti ai cittadini burolesi ed ai canavesani solo in rare occasioni.

La sinergia tra il Comune di Burolo, la Pro loco, la Protezione Civile e Il Timbro ha portato all’organizzazione del primo concerto mai realizzato nel cortile del castello.

In questa splendida cornice alle 21.00 di sabato 5 settembre si esibirà il duo di Giampaolo Bandini alla chitarra e Cesare Chiacchiaretta al bandoneòn, con lo spettacolo “Nubes de Buenos Aires”, dedicato interamente al tango.

Il Duo ha portato la propria musica in tutto il mondo, con successo di critica e pubblico.

Si tratta di un itinerario nelle sonorità e nei ritmi argentini con musiche di Astor Piazzolla, Maximo Diego Pujol e altri maestri della medesima scena musicale (utili a descrivere una parentesi storica completa del tango). Il virtuosistico duo formato da Giampaolo Bandini e Cesare Chiacchiaretta ha anche inciso per la Decca a coronamento di un’affiatata collaborazione quasi ventennale che lo vede consacrato fra le più acclamate formazioni cameristiche italiane. L’alchimia timbrica ed evocativa, il bilanciamento sonoro, la tensione ritmica e l’afflato malinconico di questi due strumenti sono congeniali non solo alla musica argentina ma anche alla peculiare interpretazione che ne diede Piazzolla. Il compositore argentino a partire dagli anni Settanta si dedicò alla scrittura di pezzi per e con chitarra classica, cordofono migratorio per antonomasia che nel tango scopre una sua nuova identità, così diversa da quella prettamente iberica; altrettanto accade al bandoneón, che dalle origini tedesche ottocentesche, una volta giunto in Argentina diventa quintessenza delle orchestre di tango.

La merenda sinoira

Grazie alla Pro loco di Burolo ed alla Comunità Artaban, prima del concerto verranno aperte le porte dei giardini del Castello Basso, ove sarà possibile partecipare ad una merenda sinoira con i prodotti della Cascina dell’Allàs e della Cantina Sociale della Serra. L’ingresso sarà consentito dalle ore 19.00; prezzo 10 euro. PRENOTAZIONE OBBLIGATORIA.

Commenti

Blogger: Redazione

Redazione

Leggi anche

Ospedale Ivrea

IVREA. Covid: si pensa di utilizzare anche l’ortopedia

Non si sarà già trasformato in un ospedale Covid ma poco ci manca. In queste …

IVREA. Sertoli fa un passo indietro. Niente “Crocetta Più”

Figuraccia del sindaco e dell’Amministrazione comunale. Qualche minuto fa “a palazzo” si è deciso di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *