Home / BLOG / BRUSACO. 1.500 euro per la Chiesa di Taparello

BRUSACO. 1.500 euro per la Chiesa di Taparello

La chiesetta di San Francesco a Taparello, Borgata di Brusasco, è rinata da quando è diventata oggetto dell’attenzione dell’Associazione Culturale “Per Brusasco e Marcorengo”. Ed anche domenica è stata visitata da parecchie persone, che assistendo alla Messa celebrata da Don Desirè ne hanno visto l’interno.  E’ una chiesetta semplice,  si compone di un ampio vano rettangolare a cui si innesta quello quadrato del presbiterio, al cui centro è eretto l’altare che è l’arredo più importante della Chiesa. Sopra di esso troneggia la grande tela raffigurante la Beata Vergine col Bambino, due Angioli e San Francesco. Datata fine cinquecento è stata molto probabilmente recuperata da altro ambiente ed è da attribuirsi alla Scuola del Moncalvo. Domenica è stato presentato il progetto di recupero, principalmente della scalinata,   e sono stati raccolti fondi tramite vendita all’incanto di torte, rigorosamente fatte in casa, bottiglie di vino buono e oggetti realizzati a mano. Banditore è stato  l’onorevole Carlo Giacometto. Parecchia gente, almeno un’ottantina di persone, ha partecipato all’evento, in cui vi è stata anche la benedizione degli animali, in ricordo dell’amore che San Francesco aveva per ogni creatura del creato, animali compresi. Ma di questi tempi c’è bisogno sopratutto della solidarietà fra le persone, ha sottolineato Don Desirè nella sua allocuzione.

La finalità della raccolta fondi, anche tramite l’incanto delle torte prodotte dai borghigiani (grazie di cuore!), è stata al centro anche dell’edizione odierna – commenta Carlo Giacometto, tra i promotori dell’iniziativa -. Con un risultato eccellente: più di 1500 euro, che vanno a sommarsi a quelli raccolti in appena un anno e che serviranno per la sistemazione della scalinata della nostra chiesa di San Francesco. Sistemazione che avverrà ben presto, secondo il progetto redatto in conformità con le richieste della Curia di Casale Monferrato (proprietaria dell’edificio di culto) e della Soprintendenza ai beni culturali. Non siamo ancora riusciti a mettere insieme le risorse finanziarie sufficienti, ma contiamo di farlo con le prossime iniziative. Il tutto, senza un euro di contributo pubblico, ma solo grazie alla dedizione, all’impegno e alla generosità dei brusaschesi e non solo”.

Commenti

Blogger: Giuseppe Valesio

Giuseppe Valesio
E se fosse buonsenso?

Leggi anche

Muralmessaggio per un mondo migliore!

Muralmessaggio per un mondo migliore! I mural o murales, sono nati in Messico negli anni …

Gambone Elvio

IVREA. San Savino, riecco Gambone E i cavalli tornano in centro

E sarà, anzi no, già lo è, il grande ritorno di Elvio Gambone sulla scena. Sarà …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *