Home / Torino e Provincia / Brozolo / BROZOLO. Bugnano dice “no” all’Unione dei Comuni
bugnano
L'avvocato Patrizia Bugnano

BROZOLO. Bugnano dice “no” all’Unione dei Comuni

E’ già finita ancora prima di iniziare la luna di miele fra l’amministrazione guidata dal sindaco Bongiovanni e la minoranza di Patrizia Bugnano.

In occasione del primo Consiglio comunale abbiamo presentato alcuni emendamenti alle linee programmatiche illustrate dal sindaco. Si trattava di suggerimenti su azioni concrete, molte delle quali assolutamente compatibili con l’azione amministrativa proposta dal primo cittadino ma, per partito preso, ci sono stati tutti respinti. Meno male che il sindaco in apertura del Consiglio aveva dichiarato di essere disponibile ad una collaborazione con la minoranza, solo belle parole” così Bugnano. Per l’ex senatrice, quello tirato su da Bongiovanni sarebbe un vero e proprio “muro di gomma”.

Innanzitutto abbiamo scoperto – inforca Bugnano -, anche se ne avevamo il sospetto, che quanto il sindaco aveva scritto nel suo programma elettorale e raccontato in campagna elettorale sul finanziamento della ricostruzione del tetto della Chiesa, era una bufala: non esiste nessun contributo né è mai stata presentata alcuna domanda di finanziamento. Occuparci come amministrazione di questa esigenza, così come noi della minoranza stiamo realmente facendo da qualche mese con l’aiuto della Curia di Casale Monferrato era una delle nostre proposte, a costo zero per il Comune. Ma il sindaco alla fine ha detto che né la Chiesa né il recupero dell’ asilo Don Sorisio sono per lui e per la comunità una priorità. Eppure in campagna elettorale è stato detto tutt’altro. Ma non basta. Abbiamo chiesto di promuovere il territorio in circuiti turistico culturali, anche attraverso l’organizzazione di concerti di musica ed altre iniziative culturali, abbiamo chiesto che l’Amministrazione si facesse promotore di iniziative finalizzate a migliorare i collegamenti e i trasporti, abbiamo chiesto di sostenere le attività delle associazioni di volontariato quali pro loco, associazioni sportive, associazioni culturali attivando un protocollo d’intesa tra il Comune e l’associazionismo presente sul territorio per realizzare un “progetto educativo” che veda organizzare ad esempio percorsi di educazione alla lettura per i ragazzi, giornate di gioco e di studio con svolgimento di attività legate al rispetto dell’ambiente, alla scoperta del territorio e delle tradizioni, manifestazioni sportive, il tutto anche a supporto delle attività scolastiche, niente tutto respinto”.

Bugnano se la prende poi con un’altra questione, di strettissima attualità: l’Unione dei Comuni. “Come ciliegina sulla torta, il sindaco ci ha presentato lo Statuto dell’Unione dei Comuni di Cavagnolo, Brozolo e Brusasco e alla nostra richiesta di capire sino in fondo quali sono i vantaggi e gli svantaggi, ovviamente in termini di costi per i servizi e le funzioni, in considerazione del fatto che sarà poi l’Unione ad esercitare quelle funzioni e quei servizi, vi è stato un silenzio assordante. Noi della Rinascita, come amministratori di Brozolo, vogliamo sapere nell’interesse dei cittadini se sono state fatte delle proiezioni sulle singole funzioni o sui singoli servizi. Pare di no, almeno così è emerso nella riunione che si è tenuta mercoledì a Cavagnolo. Ed è per questo motivo, perché non vogliamo affrontare con superficialità un tema così importante che abbiamo chiesto la convocazione di un Consiglio comunale per indire una consultazione fra i cittadini di Brozolo al fine di renderli pienamente consapevoli con dati e cifre alla mano dei vantaggi e degli svantaggi di una tale operazione”.

Sull’Unione dei Comuni, alla riunione di mercoledì scorso, è stato detto che occorre procedere in fretta perché ci sono dei finanziamenti da parte della Regione per lo start up… “Innanzitutto io non decido se fare una cosa o non farla se ho un finanziamento iniziale perché poi in ogni caso l’Unione dovrà camminare sulle sue gambe – conclude Bugnano – e non ci saranno più finanziamenti se non quelli delle tasse dei cittadini. In secondo luogo, ad oggi, non mi risulta, da informazioni assunte in regione, che vi siano contributi regionali per l’Unione dei Comuni visto che il bando scadeva al 31 maggio scorso e comunque per unione dei comuni istituite entro il 31 dicembre 2013”.

Commenti

Blogger: Emiliano Rozzino

Emiliano Rozzino
Libero di...

Leggi anche

Incidente stradale

BRANDIZZO. Muore in un incidente in moto in Alta Provenza

Un 36enne di Brandizzo è morto in un incidente in una strada in Alta Provenza …

IVREA. Dalla giunta del cambiamento alla giunta demo-pluto-giudaico massonica

Quando le voci cominciano a rincorrersi, insieme ai sorrisetti e ai mugugni qualcosa sotto c’è …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *